Traderlink
Cerca
 

Piazza Affari migliore in Europa, spread in netto calo. Borse deboli su sviluppi coronavirus. FTSE MIB +0,00%

23/01/2020 17:54

Piazza Affari migliore in Europa, spread in netto calo. Borse deboli su sviluppi coronavirus. FTSE MIB +0,00%.

Mercati azionari europei negativi. Wall Street in rosso: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,5%, NASDAQ Composite -0,3%, Dow Jones Industrial -0,7%.
A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,00%, il FTSE Italia All-Share a -0,06%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,50%, il FTSE Italia STAR a -0,66%.

*BTP in rally, scende lo spread. *Il rendimento del decennale segna 1,26% (chiusura precedente a 1,38%), lo spread sul Bund segna 156 bp (da 162) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo negli USA: indice anticipatore dicembre -0,3% m/m da +0,1% (atteso +0,1%); scorte di petrolio settimanali a -0,405 mln di barili da -2,549 mln precedenti (attesi -1,009 mln).

Nell'eurozona: stima preliminare indice fiducia consumatori gennaio -8,1 punti da -8,1 punti (attese -7,8 punti). Nella riunione odierna il Consiglio direttivo della Banca centrale europea (BCE) ha deciso che i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,50%.
Il Consiglio direttivo si attende che i tassi di interesse di riferimento della BCE si mantengano su livelli pari o inferiori a quelli attuali finché non vedrà le prospettive di inflazione convergere saldamente su un livello sufficientemente prossimo ma inferiore al 2% nel suo orizzonte di proiezione e tale convergenza non si rifletterà coerentemente nelle dinamiche dell'inflazione di fondo.

Il Consiglio direttivo ha deciso di intraprendere un riesame della propria strategia di politica monetaria, nel pieno rispetto del mandato di stabilità dei prezzi della BCE sancito dal Trattato. Il processo si dovrebbe concludere entro la fine dell'anno.

Escalation nell'emergenza in Cina per il coronavirus. Dopo l'isolamento della città di Wuhan, origine del contagio (con interruzione dei collegamenti da, per e all'interno della metropoli da 11 milioni di abitanti), anche a Huanggang sono state prese misure simili, mentre a Ezhou, Xiantao e Chibi sono state chiuse stazioni ferroviarie e trasporti interni.

Intanto nuovi casi sono stati registrati in Vietnam, a Singapore e in Arabia Saudita. Ci sono anche 4 casi sospetti in Scozia. Intanto l'Organizzazione mondiale della sanità sta decidendo se dichiarare l'emergenza globale.


STM, +6,55% accelera al rialzo e tocca i massimi da giugno 2002 in scia ai dati del quarto trimestre migliori delle attese e nella parte alta della guidance fornita alla società.
Anche le indicazioni per il primo trimestre 2020 superano in consensus: il management prevede ricavi a 2,36 miliardi contro 2,246 miliardi.

Tornano a perdere terreno Moncler -2,77%, Salvatore Ferragamo -1,60% e Brunello Cucinelli -2,32%, penalizzati dai timori di estensione del coronavirus nel sud-est asiatico e dalle possibili ripercussioni sui loro affari in un'area così importante.

Petroliferi in rosso: il greggio accelera al ribasso e tocca i minimi da novembre/dicembre in scia alle notizie provenienti dalla Cina.

Gli operatori temono un'estensione delle misure di blocco dei trasporti e la conseguente pesante riduzione della domanda di carburanti. A Milano Eni -0,74%, Saipem -2,19%, Tenaris -0,49%.

Bene le utility che approfittano della flessione di rendimenti e spread all'indomani delle "dimissioni" da capo politico dei 5 stelle del ministro degli Esteri Luigi Di Maio.
Hera +3,11%, Terna +1,67%, Italgas +1,33%, Enel +0,98%.

Brusca accelerazione ribassista per i bancari a inizio pomeriggio, poi riducono le perdite: l'indice FTSE Italia Banche, positivo per tutta la mattina, chiude a -0,55%. Stessa sorte per l'EURO STOXX Banks, -0,5%. A Milano Banco BPM -1,77%, FinecoBank -1,31%, UBI Banca -1,10%, Intesa Sanpaolo -0,53%.

Il settore auto perde ulteriore terreno dopo le recenti minacce di dazi sulle importazioni di auto europee del presidente USA Donald Trump.

L'indice EURO STOXX Automobiles & Parts segna -1,9%. A Milano Pirelli -2,50%, FCA -1,42%, Brembo -2,84%.

In scia alla situazione in Cina si segnala anche la netta flessione di Autogrill -3,21%. Il gruppo della ristorazione in viaggio è presente nei principali aeroporti del mondo e il rischio di diffusione del virus potrebbe determinare un calo del traffico passeggeri.

Unieuro -7,63% a 13,32 euro in forte calo dopo che Italian Electronics Holdings ha ceduto la sua intera partecipazione pari a circa il 17,6% del capitale a investitori istituzionali tramite una procedura di accelerated bookbuilding, al prezzo di 13,25 euro per azione.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)

Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Borsa Europe Ftse Ftse mib Indici Spread

GRAFICI:

-electronics- Autogrill spa Banco bpm Bp Brembo Brunello cucinelli Crude oil Dita Dj eurostoxx51 Dow jones Enel Eni Euro bund fut Fiat chrysler automobiles Finecobank Ftse mib Hera Intesa sanpaolo Italgas Moncler Nasdaq Pirelli e c Saipem Salvatore ferragamo Stmicroelectronics Tenaris Terna Ubi banca Unieuro


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x