Traderlink
Cerca
 

Piazza Affari negativa e balzo BTP dopo dimissioni Conte. FTSE MIB -1,11%

20/08/2019 17:51

Piazza Affari negativa e balzo BTP dopo dimissioni Conte. FTSE MIB -1,11%.

Mercati azionari europei in rosso. Wall Street incerta: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,1%, NASDAQ Composite invariato, Dow Jones Industrial invariato. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -1,11%, il FTSE Italia All-Share a -1,01%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,34%, il FTSE Italia STAR a -0,28%.

BTP in forte progresso nel finale, scende lo spread. Il rendimento del decennale segna 1,35% (chiusura precedente a 1,47%), lo spread sul Bund 204 bp (da 211) (dati MTS).

Colpo di coda del benchmark italiano dopo una seduta di incertezza nel giorno delle dimissioni del premier Conte.

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che Eurostat ha comunicato che a giugno nell'eurozona la produzione nel settore delle costruzioni è rimasta invariata rispetto a maggio ed è salita dell'1,0% rispetto a giugno 2018 (dati precedenti -0,5% e +1,7% rispettivamente).
In Germania l'indice dei prezzi alla produzione nel mese di luglio è cresciuto dello 0,1% rispetto al mese precedente contro il -0,4% di giugno. Gli economisti avevano previsto un dato stabile. Su base annua l'indice è cresciuto dell'1,1% contro il +1,0% del consensus. Nel Regno Unito l'indice CBI relativo all'andamento degli ordini industriali ad agosto si è attestato a -13 punti (precedente -34, consensus -25).

Bancari in flessione dopo il bel progresso di ieri: l'indice FTSE Italia Banche segna -1,31%.

Perdono terreno BPER Banca -3,18%, Banco BPM -2,56%, UBI Banca -2,38%, UniCredit -2,24%.

Atlantia -2,98% in correzione dopo il +3,80% messo a segno ieri dopo che la Corte di Cassazione ha deciso che i motivi per i quali la Corte di Appello di Roma nell'aprile 2018 aveva sentenziato che il sistema di controllo della velocità media Tutor violasse le norme relative alla proprietà intellettuale della società Craft sono del tutto infondati.
Autostrade per l'Italia (gruppo Atlantia) ha già riattivato le squadre per la reinstallazione del Tutor: i controlli su circa 1000 km di tratte autostradali dovrebbero essere in funzione entro i giorni del controesodo.

Petroliferi negativi nel finale in scia al greggio, in arretramento dai massimi da mercoledì scorso visti in mattinata: i future ottobre segnano per il Brent 59,45 $/barile (da 60,20 circa), per il WTI 55,70 $/barile (da 56,60 circa).

Saipem -2,01%, Tenaris -2,03%, Eni -0,98%.


Anche Saras -1,91% perde terreno. Alla fine della scorsa settimana il margine EMC ha continuato a perdere terreno portandosi a 3,0 dollari/barile (3,4 nella precedente, 3,8 a inizio agosto). Inoltre in base ai dati Consob Norges Bank ha ridotto la propria quota dal 3,01% al 2,82% con un'operazione datata 16 agosto.

In calo le utility: Italgas -1,98%, Enel -1,93%, Snam -1,43%, A2A -1,41%.

In rosso Telecom Italia -2,04%. L'Agcom ha annunciato controlli sugli aumenti delle tariffe della telefonia mobile di questa estate.

Ricordiamo anche le incertezze sull'integrazione della rete con quella di Open Fiber causate dalla crisi di governo.

In controtendenza Juventus Football Club +3,73% grazie alle indiscrezioni provenienti dal Brasile secondo cui il club bianconero si è inserito tra Barcellona e Real Madrid nella corsa a Neymar, in uscita dal PSG.
L'offerta della Juventus comprenderebbe il cartellino di Dybala più 100 milioni di euro. La voce era già circolata nei giorni scorsi: la dirigenza bianconera l'aveva bollata come bufala. Da segnalare anche il report di Boston Consulting Group secondo cui la società torinese è quella che ha creato più valore negli ultimi 5 anni tra le quotate nel FTSE MIB.

Infine, sembra che il nuovo allenatore Maurizio Sarri potrebbe non essere in panchina nella prima partita del campionato di Serie A (sabato prossimo in casa del Parma): il tecnico toscano è stato colpito dalla polmonite.

Molto bene Amplifon +2,88% che tocca a 23,92 euro il nuovo massimo storico e supera la resistenza rappresentata dal lato alto del canale ascendente ipotizzabile da fine 2016.
Prossimi obiettivi 26,00/26,50. Segnali di debolezza nel brevissimo sotto 21,86.

Tod's, +8,11% a 51,35 euro, balza in avanti e tocca a 52,15 il massimo da novembre. Oggi la Consob ha comunicato che la quota complessiva della società in mano al presidente e a.d. Diego Della Valle è salita all'81,19% (con un'operazione datata 9 agosto), contro la posizione aggregata precedente pari al 70,93%.

L'attuale quota è detenuta per il 76,70% in azioni e per il 4,491% tramite un contratto "forward" che impegna la Diego Della Valle & C. srl "ad acquistare a date di settlement e comunque entro il 26 novembre 2019 un numero di azioni Tod's pari a massime 2.400.000 azioni ordinarie".

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)

Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Stock Bank Btp Europe Ftse Ftse mib Indici Maximum

GRAFICI:

-media- A2a spa Amplifon Atlantia Banco bpm Bp Bper banca Dow jones Emc corporation Enel Eni s.p.a. Euro bund fut Ftse mib Italgas Italia Juventus fc Premier inc Saipem Saras Snam Telecom italia Tenaris Tod s Ubi banca Unicredit


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x