Traderlink
Cerca
 

Piazza Affari positiva, bene ENI e Atlantia. FTSE MIB +1,06%

31/03/2020 17:50

Piazza Affari positiva, bene ENI e Atlantia. FTSE MIB +1,06%.

Mercati azionari europei in verde. Wall Street sopra la parità: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,1%, NASDAQ Composite +0,8%, Dow Jones Industrial +0,2%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +1,06%, il FTSE Italia All-Share a +1,18%, il FTSE Italia Mid Cap a +2,68%, il FTSE Italia STAR a +1,68%.

Secondo le ultime stime del Centro Studi Confindustria il PIL dell'Italia nel 2020 segnerà una flessione del 6% (a ottobre la previsione era +0,4%), per poi risalire del 3,5% nel 2021.

Questo l'effetto sull'economia tricolore delle misure restrittive adottate per contrastare l'emergenza coronavirus. Il rapporto deficit/PIL 2020 è previsto al 5%, nel 2021 al 3,2% (1,6% nel 2019), mentre il debito/PIL 2020 è previsto a 147,2%, nel 2021 al 144,7% (134,8% nel 2019).

*Goldman Sachs ha aggiornato in peggio le già pessime previsioni sul PIL americano del secondo trimestre 2020.
*Lo scorso 21 marzo aveva previsto un -24% (dato annualizzato): oggi ha portato la stima a -34%. Il terzo trimestre dovrebbe essere però caratterizzato da un corposo rimbalzo, anche se non sufficiente a recuperare lo shock del secondo: +19%. Peggiorano anche le previsioni per quanto riguarda il tasso di disoccupazione: a metà anno dovrebbe attestarsi al 15% (previsione precedente 9%) contro il 3,5% di febbraio (ultimo dato disponibile).

BTP e spread poco mossi. Il rendimento del decennale segna 1,52% (chiusura precedente a 1,47%), lo spread sul Bund 198 bp (da 201) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo negli USA: indice PMI Chicago (manifatturiero) marzo a 47,8 punti da 49 (atteso 40 punti); indice di fiducia dei consumatori (Conference Board) marzo a 120 da 132,6 punti R (atteso 110); indice S&P/Case Shiller (prezzi abitazioni) gennaio +3,1% a/a da +2,8% (atteso +3,2%).

Nell'eurozona: inflazione preliminare marzo +0,7% a/a da +1,2% a/a (atteso +0,8%). In Germania: variazione disoccupazione marzo +1.000 unità da -8.000 unità (atteso +29.000 unità). In Italia: inflazione prelim. marzo +0,1% m/m da -0,1% m/m (atteso -0,3% m/m), +0,1% a/a da +0,3% a/a (atteso -0,4%).

Bene i petroliferi in scia al greggio che prova ad allontanarsi dai minimi dal 2002/2003.
Il future giugno sul Brent segna 26,45 $/barile (minimo a 21,60 circa), il future maggio sul WTI 20,60 $/barile (minimo a 19,30 circa). In evidenza ENI +7,30%, seguita da Tenaris +0,76%. Invariata Saipem.


Atlantia +7,27% rimbalza dopo il -7,55% accusato ieri in scia alle indiscrezioni del Messaggero.

A quanto risulta al quotidiano il gruppo controllato dai Benetton ha riattivato i contatti con il governo sul tema delle concessioni autostradali. L'esecutivo avrebbe chiesto la conferma degli investimenti e il pagamento di una penale consistente. Da parte di Atlantia ci sarebbe un'apertura al dialogo e la disponibilità a scendere in minoranza nel capitale di Autostrade: a tal proposito si registra l'interesse di Macquarie Group.
Oggi il Sole 24 Ore parla dell'ipotesi (gradita al governo) di vendita del 40-50 per cento di Autostrade a Cdp/F2i.

I bancari invertono la rotta dopo un buon avvio, nel finale recuperano. L'indice FTSE Italia Banche chiude a +0,07%, l'EURO STOXX Banks -1,0%. A Milano UniCredit -1,76%, FinecoBank -1,57%, BPER Banca +3,09%, Intesa Sanpaolo +1,20%.

Prysmian -4,67% in forte ribasso.

Ieri il cda, riunitosi "per prendere in esame gli effetti del mutato scenario macroeconomico e di mercato conseguente all'esplosione della pandemia Covid-19 a livello globale", ha deciso di proporre la riduzione del "dividendo a €0,25 per azione, pari al 50% di quello originariamente proposto".
Il board "valuterà l'eventuale distribuzione del restante 50% del dividendo in relazione all'evoluzione dello scenario e degli effetti dell'emergenza sanitaria in corso".

Salvatore Ferragamo, -3,59% a 12,10 euro, perde terreno in scia al report di JP Morgan. Gli analisti della banca americana hanno confermato il giudizio neutral sul titolo e ridotto il target da 17,50 a 15,50 euro.

Le stime sui ricavi 2020 e 2021 sono state abbassate rispettivamente del 13% e 14%, sull'EBIT del 9% e 25%.

Nel lusso accelerano invece Brunello Cucinelli +6,46% e Tod's +5,61%: il cda di quest'ultima ha deciso ieri di non distribuire il dividendo 2020 a causa dell'emergenza coronavirus, aggiungendo che l'utile dell'esercizio 2019 sarà interamente destinato a riserva tranne l'1%, per il quale è stata confermata la destinazione a iniziative di solidarietà.
Il Presidente ed il Vice Presidente, Diego e Andrea Della Valle, hanno deciso di rinunciare ai compensi che erano stati già deliberati in loro favore per l'esercizio 2020.

Saras, +16,44% a 0,85 euro, accelera al rialzo grazie al progresso dei margini di raffinazione. Il benchmark EMC alla fine della scorsa settimana è salito a 4,6 dollari/barile, livelli che non si vedevano dal terzo trimestre 2017 (con il titolo in area 2 euro).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)

Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Bank Economy Europe Ftse Ftse mib Indici Industria e lavoro Minimum

GRAFICI:

Aa plc Atlantia Bp Bper banca Brunello cucinelli Dj eurostoxx50 Dow jones Emc corporation Eni Euro bund fut Finecobank Ftse mib Future plc Il sole 24 ore Intesa sanpaolo Italia Pmi Prysmian Saipem Salvatore ferragamo Saras Tenaris Tod's Unicredit


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x