Cerca
 

Piazza Affari positiva: bene TIM, in rosso i petroliferi. FTSE MIB +0,60%

23/11/2018 17:54

Piazza Affari positiva: bene TIM, in rosso i petroliferi. FTSE MIB +0,60%.

Mercati azionari europei in lieve rialzo. Wall Street incerta: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,2%, Nasdaq Composite invariato, Dow Jones Industrial -0,3%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,60%, il FTSE Italia All-Share a +0,70%, il FTSE Italia Mid Cap a +1,52%, il FTSE Italia STAR a +1,72%.

Rendimenti dei BTP in ulteriore flessione anche se sopra i minimi visti in mattinata. Il decennale rende il 3,41% (-3 bp rispetto alla chiusura di ieri, minimo odierno a 3,36%).

Stabile lo spread sul Bund a 307 bp (minimo odierno a 300).

*Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA Markit Economics ha comunicato la stima flash *relativa all'Indice IHS PMI Manifatturiero di novembre. L'indice è sceso a 55,4 punti dai 55,7 punti della lettura di ottobre confermando una solida crescita del settore, sebbene su livelli minimi da 3 mesi.
Le attese erano per un indice pari a 55,8 punti. Decelera anche la crescita dei servizi con l'Indice IHS PMI Servizi a 54,4 punti da 54,8 punti di ottobre (consensus 55 punti). Secondo la stima flash, l'indice IHS Markit manifatturiero dell'eurozona di novembre è scivolato a 51,5 da 52 di ottobre, segnando i valori minimi degli ultimi 30 mesi.

L'indice IHS Markit servizi è sceso a 53,1 da 53,7 di ottobre, segnando i valori minimi degli ultimi 25 mesi. In Germania, l'Ufficio Federale di Statistica (Destatis) ha confermato le stime preliminari del Pil relativo al terzo trimestre, indicando un rallentamento della crescita rispetto ai mesi precedenti.
Il dato ha evidenziato un calo dello 0,2% su base trimestrale, in linea al consensus e alla prima lettura dopo un incremento dello 0,5% della rilevazione precedente. Su base annuale la crescita si e' attestata al +1,1% confermando le stime preliminari.

Telecom Italia (+2,90%) in rialzo superiore a quello del settore: l'indice EURO STOXX Telecommunications segna +0,6%.

Secondo indiscrezioni lunedì dovrebbero essere votati due emendamenti di Lega e M5S al decreto fiscale aventi per oggetto la creazione di una rete unica (e quindi all'integrazione tra le infrastrutture di Telecom e Open Fiber).

Bene i titoli legati al dollaro: il biglietto verde tocca i massimi da venerdì scorso contro euro.
In evidenza Moncler +2,31%, Campari +2,18%, Buzzi Unicem +1,99%, Autogrill +4,97%.

Acquisti anche sul risparmio gestito con Banca Generali +2,26%, Azimut Holding +1,76%, Banca Mediolanum +2,10%, Anima Holding +7,63%.


Bancari tonici nonostante la correzione dei BTP e il conseguente recupero di rendimenti e spread dai minimi della mattinata.

L'indice FTSE Italia Banche segna +1,29%. Bene UniCredit (+2,09% a 10,8620 euro): Banca IMI conferma la raccomandazione buy ma riduce il target da 18,00 a 15,40 euro. Gli analisti hanno tagliato del 5% le loro stime sull'utile adjusted del periodo 2018-2020.

Banca IFIS (+13,27% a 17,92 euro) balza in avanti all'indomani dell'ok della Banca d'Italia all'acquisizione del controllo di FBS S.p.A., società che opera nel settore degli NPL come operatore specializzato in attività di servicing (master and special services), gestore di portafogli di NPL garantiti e non, consulente in attività di due diligence e investitore autorizzato in operazioni su NPL.

Banca IMI conferma buy e target a 27,10 euro.

Petroliferi negativi in scia all'ennesima accelerazione ribassista del greggio. I future gennaio toccano i minimi da settembre/ottobre 2017: quello sul Brent si è spinto fino in area 58,50 $/barile, quello sul WTI fin sui 50,60 $/barile circa.
In rosso Saipem -2,92%, Tenaris -1,65% ed Eni -1,79%. Su quest'ultima si segnalano le indiscrezioni relative alla partecipazione all'asta per il 40% del ramo raffinazione di Abu Dhabi National Oil Co (ADNOC). Bloomberg riferisce che si tratta di un'operazione da 8 miliardi di dollari e che l'esito non verrà annunciato fino all'anno prossimo.

Tiscali (-20,99%) inverte la rotta dopo il +20,30% di ieri.

Il cda ha approvato i dati al 30 giugno, periodo chiuso con ricavi a 92,4 milioni di euro, -10,9% a/a, EBITDA a 9 milioni, in riduzione di 5,3 milioni rispetto al dato del primo semestre 2017 (14,4 milioni). Il risultato netto è positivo e pari a 3,3 milioni di euro contro un risultato registrato nel primo semestre 2017 pari a 24,5 milioni (influenzato dalla plusvalenza realizzata a seguito della cessione del ramo d'azienda Business): il risultato netto positivo del primo semestre 2018 è stato realizzato grazie ad imposte anticipate per 26,1 milioni di euro, principalmente imputabili alla plusvalenza derivante dall'accordo Fastweb.

Netweek in deciso rialzo (+7,07%): il gruppo ha comunicato il lancio di tre nuove testate, raggiungendo quota 96 di cui 66 cartacee e 30 digitali con una copertura capillare in Piemonte, Valle d' Aosta , Liguria , Lombardia, Veneto e Toscana.

I nuovi lanci sono "in linea con quanto previsto nel Piano Industriale".

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)

Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Analisi tecnica Banche Europa Ftse Ftse mib Indici Industria e lavoro Minimi Petrolio

GRAFICI:

-telecommunications- Anima holding s.p.a Autogrill spa Azimut Banca generali Banca ifis Banca mediolanum Bp Buzzi unicem Davide campari-milano Dj eurostoxx50 Dow jones Eni s.p.a. Euro bund fut Ftse mib Italia Moncler Nasdaq Netweek Pmi Saipem Telecom italia Tenaris Tiscali spa Unicredit


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Sintesi serale 22/05/2019
Eugenio Sartorelli: I mercati temono nuove tensioni in arrivo

Video-analisi


Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x