Cloud
Traderlink
Cerca
 

Shanghai e Shenzhen in recupero. Il Nikkei 225 perde lo 0,14%

21/05/2019 08:17

Dopo un avvio d'ottava negativo per Wall Street (peggiore dei tre principali indici Usa ancora il Nasdaq, deprezzatosi lunedì dell'1,46%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è maggiormente contrastata. Il principale fattore ribassista, che ha colpito il settore tecnologico (Apple aveva chiuso con un crollo del 3,13% lunedì a New York), perde d'intensità.
Secondo il Wall Street Journal, Washington dovrebbe annunciare a breve una moratoria di 90 giorni per alcune aziende Usa al divieto di export di tecnologia: misura quest'ultima che era mirata contro Huawei Technologies e proprio Huawei potrebbe giovare di una tregua, che potrebbe soprattutto essere funzionale al riavvio dei negoziati commerciali con Pechino.

Non a caso sono proprio le piazze di Shanghai e Shenzhen a registrare un significativo recupero. Abbastanza per sostenere il rialzo intorno allo 0,30% dell'indice Msci Asia-Pacific, Giappone escluso, che resta comunque non lontano dai minimi degli ultimi quattro mesi.

Sul fronte valutario il Bloomberg Dollar Spot Index, paniere che monitora la divisa americana nei confronti delle altre dieci principali monete, è in rialzo di circa lo 0,20% ma il parallelo indebolimento dello yen sul biglietto verde non riesce a sostenere la performance di Tokyo: in chiusura il Nikkei 225 perde infatti lo 0,14% (fa peggio l'indice più ampio Topix, deprezzatosi dello 0,30%).

Tra i singoli titoli da segnalare il crollo del 4% toccato in intraday da Sony Corporation. Flessione che però non è indicativa di un trend negativo per il settore tecnologico nipponico: Nikon, SoftBank Group e Fujifilm Holdings sono infatti tra i migliori performer a Tokyo.


A fronte di un nuovo recupero per lo yuan, che rimane comunque non lontano dai minimi di quasi sei mesi, la giornata è decisamente positiva per le piazze della Cina continentale.
A circa un'ora dallo stop alle contrattazioni Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 sono infatti in rialzo di circa l'1,40% e l'1,20% rispettivamente, contro il progresso intorno all'1,70% dello Shenzhen Composite. Più contrastata la sessione per Hong Kong: l'Hang Seng si muove infatti poco sotto la parità (andamento opposto per l'Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento nell'ex colonia britannica per la Corporate China, in rialzo dello 0,40% circa).

A Seoul il Kospi è in crescita intorno allo 0,40% contro il guadagno dello 0,37% segnato dall'S&P/ASX 200 in chiusura a Sydney.

(RR - www.ftaonline.com)

Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Asia Indici Nasdaq Nikkei Usa Wall street

GRAFICI:

Apple Hong kong Japan nikkei 225 Msci inc Nasdaq Sony corporation


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x