Cloud
Traderlink
Cerca
 

Sotto la lente dell'analisi tecnica

18/02/2019 23:17

La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
*
Biesse*

Biesse (+2,93%) tenta di lasciarsi alle spalle gli ostacoli a 21,50 circa, massimi allineati di dicembre e gennaio, per dare seguito alla reazione partita a dicembre per obiettivi in area 23 ed eventualmente più in alto fino a target compresi tra 26,50 e area 27.

Il ritorno sotto area 19 potrebbe invece ricondurre le quotazioni sui minimi di fine dicembre a 16,15 euro, ultimo appiglio per scongiurare discese verso area 14,50.
-Target: 23 euro
-Negazione: 19 euro
-RSI (14): neutrale
*
Geox*

Geox (+4,91%) si è spinta sul livello più alto dallo scorso novembre raggiungendo a 1,50 circa la media mobile a 100 giorni.
Oltre questo ostacolo la reazione avviata a dicembre potrebbe estendersi verso target a 1,716 euro, top di inizio novembre. L'arrivo in area 1,50 e l'ipercomprato presente sugli oscillatori grafici potrebbero tuttavia frenare le ambizioni di crescita ma solo discese sotto 1,34 cancellerebbero i progressi degli ultimi mesi.


-Target: 1,716 euro
-Negazione: 1,34 euro
-RSI (14): ipercomprato


*Elica *

Prova di forza per Elica (+10,48%) che accelera oltre gli ostacoli a 1,65, massimi di gennaio e punto di passaggio della media mobile esponenziale a 100 giorni, e traguarda i primi obiettivi in area 1,90 (38,2% di ritracciamento del ribasso partito nel 2017) e dimostrando di possedere i requisiti per puntare più in alto a 2,05 circa.
Rischio di ritorno alla debolezza invece nel caso di ritorno sotto quota 1,65 euro.

-Target: 2,60 euro
-Negazione: 2 euro
-RSI (14): ipercomprato

Tod's

Tod's (+0,85%) si muove al di sotto della resistenza a 44,70 circa in attesa di spunti per superarla. Segnali convincenti di ripresa giungerebbero infatti solo oltre questo limite preludio al test a 47,40 della base del primo gap ribassista di inizio novembre, con target successivo a 52,30 circa.

Sotto 39,50 invece rischio di rivisitazione dei minimi di dicembre a 37,10 euro.
-Target: 47,40 euro
-Negazione: 39,50 euro
-RSI (14): neutrale

Unicredit

Unicredit (+3,15%) tenta di archiviare la fase laterale disegnata dal 27 dicembre con base a 9,60 e limite superiore a 11 euro circa.
Conferme anche nelle prossime sedute oltre area 11 permetterebbero di considerare tale fase laterale un "doppio minimo", capace di proiettare target a 12,50 circa. Il perentorio ritorno sotto 11 euro potrebbe invece ricondurre le quotazioni a circa 10,28 e successivamente sulla base del range a 9,60 euro.


-Target: 12,50 euro
-Negazione: 11 euro
-RSI (14): neutrale

(CC - www.ftaonline.com)

Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Analisi tecnica Borsa italiana Indici

GRAFICI:

-media- Biesse Geox Tod s Unicredit


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Contenuti dagli sponsor

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x