sistemi di borsa gestione dati videocomunicazione

Cosa succederà alla Fed con Jerome Powell?

06/11/2017 15:59

L’amministrazione Trump ha comunicato di aver scelto Jerome Powell come Presidente della Fed. Di seguito alcune riflessioni su quello ci possiamo aspettarci in caso di sua nomina.

“Jerome Powell arriva a questo incarico con un’esperienza considerevole come membro del Board dei Governatori della Fed. In questo ruolo non ha mai manifestato posizioni in dissenso. In termini di politica monetaria, ritengo che il suo approccio sarà simile a quello di Ben Bernanke e di Janet Yellen. In passato è stato definito come un “falco” moderato, mentre più di recente come una “colomba” moderata. Mi aspetto continuità rispetto alla gestione di Janet Yellen, nel bene e nel male.

A causa del suo background legale e di investment banker, sono preoccupato del fatto che Powell possa essere ostaggio del Board, con difficoltà nell’effettuare valutazioni di carattere economico. Eminenti accademici come Bernanke e Yellen avevano lo standing per replicare alle view del proprio staff, in caso di necessità.

Ritengo che vedremo una differenza nella politica regolamentare. Powell aveva espresso scetticismo relativamente all’espansione normativa della finanza durante il mandato di Obama. Il Dodd-Frank Act attribuisce alle agenzie regolamentari margine nell’interpretazione e nell’implementazione delle norme.

Mi aspetto che il Senato confermi Powell. L’audizione dovrebbe essere semplice in quanto è già membro del Board, sta solo ricevendo una promozione. Credo che alcuni esponenti della sinistra possano votare contro a causa del suo background nell’investment banking e delle sue view contrarie alla regolamentazione. I democratici di centro probabilmente voteranno a favore, dato che le sue view di politica monetaria sono simili a quelli di Janet Yellen.

Powell dovrebbe fornire continuità politica, ma io ritengo che sia leggermente più accomodante rispetto a Janet Yellen. Non ha esperienza da economista e quindi non è legato a dogmi economici come la curva di Phillips. Questo suggerisce che un mercato del lavoro più stretto possa alla fine portare a un’inflazione dei salari e dei prezzi. Piuttosto Powell sembra più concentrato nel mantenere ben ferme le aspettative sull’inflazione piuttosto che andare oltre la curva. Non credo, tuttavia, che possa guidare la Fed lontano da quello che sembra essere un percorso piuttosto ragionevole. Quindi, se è improbabile che il messaggio corrente possa cambiare, ritengo che la Fed di Powell sarà probabilmente più reattiva della precedente gestione a qualsiasi segnale di peggioramento sull’inflazione."

A cura di Michael Gladchun - Fixed Income Trader di Loomis Sayles & Company (NGAM)
Fonte: www.finanzaoperativa.com

Vuoi ricevere gratuitamente la Newsletter settimanale di FinanzaOperativa.com? Scrivi all' indirizzo info@finanzaoperativa.com

Autore: Finanzaoperativa
Canale: News E Analisi Dei Mercati
Servizio: Analisi
Tagged: Economia, Federal Reserve
Traderpedia: , ,

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Apple Store
Apple Store

Titoli caldi: in evidenza

VT5 Strappi % ultimo giorno (su 5 gg)
WM CAPITAL, ASTALDI, ...
In cima all'elenco i titoli con aumento percentuale dell'ultimo giorno RISPETTO all'aumento realizzato nell'ultima settimana (5 giorni).

Scopri i Pattern Light di oggi

Pattern di prezzo A.S. ROMA, CIR-COMP IND RIUNITE, ...
Formazioni grafiche ricorrenti sui titoli: spesso preannunciano rialzi o ribassi.


Seguici su Facebook
BORSA ITALIANA: Quotazioni di borsa differite di 20 min.
MERCATO USA: Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)
FOREX: Quotazioni fornite da FXCM
Copyright © 1996-2017 Traderlink Srl - contact@traderlink.it - Privacy   -   Cookie
commenti suggerimenti commenti e segnalazioni - DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK