Traderlink
Cerca
 

ENI sale, ma non è tutt'oro quel che luccica. Ecco perchè

23/02/2021 19:30

Ancora una seduta in progresso per ENI che ha guadagnato terreno per la terza giornata consecutiva, salendo in controtendenza rispetto al Ftse Mib.
Il titolo, dopo aver guadagnato quasi due punti percentuali ieri, si è mostrato decisamente più cauto oggi, ma è stato l'unico a chiudere in positivo nel settore oil.
A fine giornata ENI si è fermato a 9,424 euro, con un progresso dello 0,73% e volumi di scambio ancora elevati, visto che sono transitati sul mercato oltre 26 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30ù giorni pari a poco meno di 19 milioni.
Il titolo ha beneficiato sin dalla mattinata del rialzo del petrolio, salvo poi accusare una veloce frenata nel pomeriggio, quando è sceso anche poco sotto la parità, prima di riprende la via dei guadagni.
Un movimento dettato anche dall'incertezza del petrolio che dopo aver provato a spingersi oltre quota 62 dollari al barile è tornato sui suoi passi, riportandosi sui valori del close di ieri in area 61,6 dollari al barile.
ENI ha continuato a guadagnare terreno dopo la diffusione dei conti del 2020 e la presentazione del nuovo piano industriale venerdì scorso.
Due eventi che hanno incontrato il favore di numerose banche d'affari, ma non tutte hanno una view bullish su ENI.


Intesa Sanpaolo ad esempio proprio oggi ha confermato la raccomandazione "hold", con un prezzo obiettivo alzato da 8,5 a 9,9 euro.
Per gli analisti i risultati registrati da ENI lo scorso anno sono stati leggermente superiori alle stime, malgrado uno scenario upstream più debole.
Quanto al piano industriale, Intesa Sanpaolo punta l'accento sulla strategia societaria di trasformazione, evidenziando in particolare il miglioramento della remunerazione degli azionisti.
Ad avere una view bearish su ENI è invece Exane, secondo cui il titolo è destinato a sottoperformare il mercato, tanto da ribadire una raccomandazione "underperform", anche se ciò non ha impedito di incrementare il target price da 7,9 a 9 euro, livello già superato dalle attuali quotazioni a Piazza Affari.
Commentando i dati diffusi da ENI e il nuovo piano industriale, gli analisti di Exane hanno affermato che c'è molto da fare, pur riconoscendo che il messaggio del gruppo è stato coerente.
Il broker riconosce che in generale il tono sta migliorando, ma al contempo ritiene che rispetto ad ENI ci siano altri temi più interessanti, con profilo di rischio-rendimento più allettanti altrove.

Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Bank Bull or bear Petrolio Industria e lavoro

GRAFICI:

-media- Crude oil Eni Ftse mib Intesa sanpaolo


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


App Traderlink Cloud
Apple Store

Copyright © 1996-2021 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x