Traderlink
YouFinance.it
l'evento gratuito dell'anno
Cerca
 

Piazza Affari in arretramento. Vendite su petroliferi e bancari. FTSE MIB -0,93%

26/02/2021 18:00

Piazza Affari in arretramento. Vendite su petroliferi e bancari. FTSE MIB -0,93%.

*Mercati azionari europei negativi. Wall Street contrastata: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,2%, NASDAQ Composite +1,1%, Dow Jones Industrial -0,9%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,93% (performance settimanale: -1,24%), il FTSE Italia All-Share a -0,92%, il FTSE Italia Mid Cap a -1,13%, il FTSE Italia STAR a -1,06%.

*BTP e spread in leggero peggioramento.
*Il rendimento del decennale segna 0,78% (chiusura precedente a 0,77%), lo spread sul Bund 105 bp (da 103) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo negli USA: indice fiducia consumatori Univ. Michigan finale febbraio a 76,8 punti da 76,2 (atteso 76,5); indice PMI Chicago (manifatturiero) febbraio a 59,5 punti da 63,8 punti (atteso 61 punti); spese personali gennaio +2,4% m/m da -0,4% R (atteso +2,6%); inflazione PCE gennaio +0,3% m/m da +0,3% m/m, (atteso +0,1%); bilancia commerciale beni gennaio a -83,74 mld di dollari da -82,47 mld (atteso -83 mld).

In Germania: indice dei prezzi alle importazioni gennaio +1,9% m/m da +0,6% (atteso +0,9%); In Francia: PIL 4° trim -1,4% t/t da -1,3% (atteso -1,3%); inflazione preliminare febbraio -0,1% m/m da +0,2% m/m (atteso -0,3% m/m) +0,4% a/a da +0,6% a/a.

Vendite sui petroliferi: il greggio arretra rispetto ai massimi da gennaio 2020 toccati ieri.
Il future maggio sul Brent segna 65,30 $/barile (massimo a 66,58), il future aprile sul WTI segna 62,50 $/barile (massimo a 63,66). Eni -2,05%, Tenaris -1,12%.

Saipem -3,17% a 2,3180 euro, resta sotto pressione dopo il -9,28% accusato ieri in scia a dati preliminari del quarto trimestre 2020 deludenti e alla decisione di non fornire una guidance dettagliata per il 2021 a causa dell'incertezza sull'evoluzione della pandemia: il management si è limitato a prevedere un adjusted EBITDA in linea con quello del 2020 (614 milioni di euro, da 1,2260 miliardi nel 2019), e Capex a 450 milioni (322 nel 2020 e 336 nel 2019).

Mediobanca Securities conferma il giudizio neutral e riduce il target da 2,10 a 2,00 euro. Gli analisti hanno tagliato del 9 e 8 per cento le stime di EBITDA per il 2021 e 2022.

*Bancari in calo: *l'indice FTSE Italia Banche segna -1,27%, l'EURO STOXX Banks -2,3%. Unicredit -2,22%, Mediobanca -1,73%, Banco BPM -1,89%.


*Banca MPS, -1,95% *a 1,2080 euro, in rosso ma ben al di sopra del minimo a 1,15 toccato in avvio.
Ieri il cda ha approvato il bilancio 2020 confermando i risultati preliminari già annunciati (1,69 miliardi di euro di perdita) e prospettando due opzioni: la vendita della quota di controllo in mano al Tesoro (la "soluzione strutturale") o il "Capital Plan" con un "rafforzamento patrimoniale di 2,5 mld di euro che, se realizzato, è atteso avvenire a condizioni di mercato e con la partecipazione proquota dello Stato italiano".

Quest'ultima soluzione dovrà però essere valutata ed autorizzata da DG Comp, l'antitrust UE, e questo "pone, in linea di principio, incertezze rilevanti sul percorso di rafforzamento patrimoniale della Banca e sull'aumento di capitale a condizioni di mercato".

Atlantia -0,84% recupera dai minimi visti in avvio di seduta in scia alle indiscrezioni del Messaggero: l'offerta presentata da Cdp in consorzio con Blackstone e Macquarie per Autostrade contiene diverse clausole, tra cui la più importante (sempre in base a quanto riferito dal Messaggero) è la richiesta ad Atlantia di una manleva da 700 milioni di euro.

Il titolo ha recuperato terreno grazie alle notizie relative alla quota del 4,992% detenuta da Lazard e dalle dichiarazioni di Florentino Perez, presidente di ACS, secondo cui il gruppo spagnolo studierà ogni opportunità di investimento, compresa Autostrade.

Fincantieri -1,01% scivola in rosso nel finale all'indomani dell'approvazione dei risultati 2020.
I ricavi si sono attestati a 5,878 miliardi di euro (consensus 5,399), l'EBITDA a 314 milioni (consensus 294), il risultato netto adjusted a -42 milioni (consensus -3), la indebitamento fina ziario netto a 1,062 miliardi (consensus 1,464). Molto bene la guidance 2021: attesa una crescita dei ricavi di oltre il 25% (consensus +13%), un ritorno all'utile e un miglioramento della marginalità.

Oggi Fincantieri ha comunicato che in giornata verrà firmato "il contratto per la costruzione di 2 sottomarini di nuova generazione con l'opzione per ulteriori 2 unità, nell'ambito del programma di acquisizione U212NFS (Near Future Submarine) della Marina Militare italiana. Il valore complessivo del contratto per i primi due battelli, comprensivo del relativo supporto logistico, è di 1,35 miliardi di euro".

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)

Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Bank Petrolio Economy Ftse Ftse mib Futures Indici Industria e lavoro Maximum

GRAFICI:

Aa plc Atlantia Banco bpm Bca mps Bp Dj eurostoxx50 Dow jones Eni Euro bund fut Fincantieri Ftse mib Future plc Mediobanca Nasdaq Pmi Saipem Tenaris Unicredit


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


App Traderlink Cloud
Apple Store

Scelti per te

Ultimi segnali

Copyright © 1996-2021 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x