Traderlink
YouFinance.it
tanta didattica gratuita
Cerca
 

Unicredit corre: ignorato crollo BTP. Focus su rumor e Cda

03/03/2021 18:01

Cala il sipario su una seduta frizzante per Unicredit, ancor più alla luce del segno meno che ha preceduto il Ftse Mib al close.
Il titolo, al pari degli altri bancari, si è mosso in controtendenza e, dopo aver archiviato la sessione di ieri con un calo dello 0,35%, oggi ha recuperato con un bel rialzo, mettendo a segno la migliore performance nel settore bancario e nel paniere delle blue chips.
 
A fine giornata Unicredit si è fermato a 9,037 euro, con un vantaggio del 2,52% e alti volumi di scambio, visto che sono state trattate circa 31 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 24 milioni.
Unicredit, così come gli altri bancari, non ha risentito in alcun modo delle tensioni registrate sul fronte obbligazionario.


Lo Spread BTP-Bund si è allargato ulteriormente e si è fermato a 104,4 punti base, con un rialzo del 2,55%.
Forti vendite sui BTP che hanno vissuto una brutta giornata, tanto che il rendimento del decennale si è nuovamente impennato, con un rally del 9,74% allo 0,755%.

Unicredit oggi ha calamitato gli acquisti e ha viaggiato con una marcia in più sulla scia delle indiscrezioni circolate nelle ultime ore.
Secondo quanto riportato da Bloomberg, l’assicuratore francese CNP avrebbe trovato l’accordo con Aviva per l’acquisizione della sua quota del 51% nella joint-venture bancassicurativa con Unicredit (Aviva SpA) per un ammontare vicino ai 385 milioni di euro.
L’operazione fa parte del piano di razionalizzazione avviato da Aviva, attraverso la cessione dei business ritenuti "non core".
Sulla base dei dati 2019, Equita SIM calcola che Aviva Spa aveva generato ricavi per 4,3 miliardi di euro e un utile di 82 milioni, con un multiplo implicito pagato di 9,2 volte il rapporto prezzo-utili.
Gli analisti della SIM milanese mettono in evidenza che non sono attesi impatti quantitativi per Unicredit, che rimarrebbe partner della joint-venture bancassicurativa con la sua quota del 49%.


In attesa dell'annuncio dell'accordo che potrebbe arrivare questa settimana, gli analisti non cambiano idea su Unicredit e mantengono una view improntata alla cautela, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 10 euro.



A scommettere sul titolo è invece Intesa Sanpaolo che oggi ha reiterato la sua strategia, consigliando di aggiungere Unicredit in portafoglio, con un target price a 9,1 euro.
Commentando le indiscrezioni relative al possibile acquisto da parte di CNP Assurance del 51% della joint-venture con Unicredit, gli analisti parlano di un'operazione coerente con la strategia di Aviva che punta a tirarsi fuori dal mercato italiano.

Al pari di quanto indicato dagli analisti di Equita SIM, anche i colleghi di Intesa Sanpaolo non vedono alcun impatto materiale su Unicredit legato alla notizia riportata dalla stampa.

Intanto il titolo oggi è finito sotto la lente in attesa di novità dalla riunione odierna del Cda che dovrà dare il via libera alla lista per il nuovo Board.


La notizia è stata diffusa ieri in serata da alcune fonti che hanno confermato le indiscrezioni di stampa relativa alla riunione odierna del Cda, in vista dell'assemblea degli azionisti in agenda il 15 aprile.
   

Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Borsa Btp Ftse mib

GRAFICI:

-media- Aviva Cnp assurance Enel Esi Ftse mib Intesa sanpaolo Spread btp-bund 10y Unicredit


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


App Traderlink Cloud
Apple Store

Scelti per te

Ultimi segnali

Copyright © 1996-2021 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x