Traderlink
Cerca
 

Si profila un "golden cross" sullo S&P500

28/03/2019 16:47

Non si può fare a meno di apprezzare la vitalità relativa espressa da Piazza Affari nei confronti proprio di Wall Street. Si nota bene come il rapporto stia sollecitando la media mobile che da tempo agisce efficacemente da spartiacque su questo fronte.

In una seduta caratterizzata da nuovi minimi nei rendimenti governativi globali, il mercato azionario (americano) rammenta la storica correlazione negativa vantata negli ultimi vent’anni, e ripiega: soltanto di misura, grazie ad una corrente di acquisti che prevedibilmente interviene nella seconda metà della seduta.

La decorrelazione in atto da alcuni mesi è fenomeno sempre più eclatante. Ma la mancanza di sincronizzazione non contraddistingue soltanto Equity e bond: l’ultima volta che lo S&P500 si collocava su questi livelli, il petrolio quotava dieci dollari più sopra, tanto per dire. Torneremo analiticamente sul fenomeno in mattinata.

Nel frattempo, fra gli analisti si discute di un imminente golden cross. Trattasi di una configurazione tecnica, che interviene quando la più rapida media mobile a 50 giorni, taglia verso l’alto la media mobile a 200 giorni. Al di là di quanto prescriva una diffusa convinzione, l’esame statistico conferma la bontà del segnale: che produce ritorni prospettici favorevoli, sebbene non esaltanti. In altre parole, il golden cross produce benefici per gli investitori, esattamente nella misura in cui lo fa la tendenza secolare di mercato. Né più, né meno.

Un fenomeno sul quale presto dovremo tornare, riguarda invece il buon comportamento di Piazza Affari rispetto a Wall Street. È evidente che il mese non è ancora finito; per cui restano teoricamente in piedi due-tre gravi minacce al listino italiano: il contenimento esercitato dallo short stop mensile, e dalla media mobile di lungo periodo sull’indice Comit; nonché il parallelo storico con la borsa giapponese. Bisognerà pazientare, prima di ottenere un responso su questo fronte.

Al contempo, però, non si può fare a meno di apprezzare la vitalità relativa espressa nei confronti proprio di Wall Street. Avendo l’accortezza di convertire preliminarmente lo S&P500 in euro, per omogeneità di comparazione, si nota bene come il rapporto stia sollecitando la media mobile che da tempo agisce efficacemente da spartiacque su questo fronte.

Ovviamente non si può escludere che questo sussulto di forza relativa sia un “rimbalzo del gatto morto”, una condizione tattica destinata a soccombere, dopo il test infruttuoso dell’argine. Al tempo stesso, è evidente a tutti che l’eventuale superamento di questo argine ribalterebbe le implicazioni negative de segnale emerso la passata primavera: quando, penetrando un evidente doppio supporto, Piazza Affari denunciava una debolezza relativa che si sarebbe rapidamente traslata alle dinamiche di natura macroeconomiche.


Gaetano Evangelista
www.ageitalia.net

 


TAG:

Indicators and oscillators Investment Mercati Signals Wall street

AUTORI:

Gaetano evangelista

GRAFICI:

Crude oil S&p 500 Sopra

TRADERPEDIA:

Investitori Medie mobili Piazza affari Wall street


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x