Cerca
 

Piazza Affari in rialzo, ottimismo su shutdown e dazi. FTSE MIB +1,12%

12/02/2019 17:52

Piazza Affari in rialzo, ottimismo su shutdown e dazi. FTSE MIB +1,12%.

Mercati azionari europei positivi. Wall Street in progresso: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +1,2%, NASDAQ Composite +1,4%, Dow Jones Industrial +1,3%. Mercati azionari in ascesa su attese per una soluzione del problema shutdown e ripresa trattative USA-Cina.
A Milano il FTSE MIB ha terminato a +1,12%, il FTSE Italia All-Share a +1,16%, il FTSE Italia Mid Cap a +1,61%, il FTSE Italia STAR a +1,11%.

BTP in ulteriore recupero dopo il rimbalzo di ieri: il decennale rende il 2,84 (-5 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 271 bp (-7 bp) (dati MTS).

*Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA l'indagine JOLTS *(Job Openings and Labor Turnover Survey) segnala che le posizioni lavorative ricercate dai datori di lavoro a dicembre si sono attestate a 7,335 milioni, superiori ai 7,166 milioni di novembre e ai 6,900 milioni attesi dagli economisti.

In forte rialzo il comparto della componentistica auto, al traino di Michelin, +13% a Parigi, che ieri a mercato chiuso ha comunicato dati di bilancio 2018 migliori delle attese e preannunciato obiettivi incoraggianti per il 2019 nonostante le incertezze dello scenario.

Molto bene i diretti concorrenti Pirelli&C +6,12% e Continental +3,7%, ma si muovono al rialzo anche altri produttori di componenti auto come Brembo +3,00%, Sogefi +1,69%, Faurecia +4,8%, Valeo +1,9%.

Acquisti sui titoli esposti al rischio-dazi: sono partiti a Pechino gli incontri preliminari USA-Cina in vista dell'arrivo giovedì 14 e venerdì 15 febbraio del segretario al Tesoro Steven Mnuchin e del rappresentante commerciale Robert Lighthizer.
L'eventuale accordo verrebbe poi ratificato in un incontro tra i presidenti Trump e Xi Jinping. In ottima forma STM +5,39%, Ferragamo +3,66%, Moncler +2,48%: i due titoli del lusso hanno approfittato del +3,3% di Kering in scia ai dati 2018.

*Ancora positivi i bancari *in scia ai requisiti patrimoniali SREP della BCE largamente rispettati dai principali istituti.

L'indice FTSE Italia Banche segna +1,33%. In evidenza UBI Banca +2,37%, UniCredit +2,32%, Banco BPM +1,89%.

*Banca MPS +7,16% *scatta in avanti e tocca i massimi da metà gennaio. Secondo le ultime indiscrezioni di stampa il governo sta pensando a un piano B nel caso in cui l'istituto senese non riuscisse ad emettere il bond Tier2 da 700/750 milioni di euro.
La scorsa settimana in occasione della pubblicazione dei risultati 2018, l'a.d. e d.g. Marco Morelli ha dichiarato che il bond verrà emesso non appena le condizioni di mercato presenteranno un'opportunità. L'impossibilità di emettere l'obbligazione entro fine 2018 era stata indicata dalla BCE tra i punti di debolezza/attenzione che MPS deve affrontare.

Banca IFIS, +13,96% a 20,90 euro, estende il rally dopo il +14,98% di ieri e tocca i massimi da fine settembre.

Equita ha incrementato il target da 19,40 a 21,10 euro, con raccomandazione hold confermata. Ieri sono stati pubblicati i dati preliminari relativi all'esercizio 2018. L'utile scende a 146,8 milioni di euro dai 180,8 del 2017, ma nel quarto trimestre i profitti si sono attestati a 57,8 milioni da 31,6 nel medesimo periodo del 2017, segnalando un'inversione di tendenza positiva nella parte finale del 2018 (+154% sul terzo trimestre).
Per il 2019 il gruppo guidato da Giovanni Bossi prevede un utile compreso tra 140 e 160 milioni di euro nonostante il dimezzamento del contributo positivo del reversal dalla PPA (92 milioni di euro nel 2018) e un CET1 in lieve aumento.

*Positivi i petroliferi *Tenaris +2,38%, Saipem +1,89% ed Eni +0,72% che traggono beneficio dal rally del dollaro (toccati i massimi dal 13 novembre contro euro), cui si unisce il recupero del greggio dai minimi di ieri.

Il future aprile sul Brent segna 62,65 $/barile (da 60,90 circa), il future marzo sul WTI segna 53,35 $/barile (da 51,30 circa).

*Juventus FC +2,37% *guadagna ulteriore terreno dopo il +3,07% di ieri. Il cda ha approvato l'emissione entro il 30 giugno di "un prestito obbligazionario non convertibile per un importo nominale complessivo compreso tra € 100 milioni e € 200 milioni, con collocamento riservato a investitori qualificati".
Le risorse raccolte verranno utilizzate dal club bianconero per "finanziarie per la propria attività ottimizzando la struttura e la scadenza del debito". Ieri la Juve ha anche annunciato l'acquisizione del calciatore Aaron James Ramsey (attualmente all'Arsenal) con effetto dal 1° luglio.

*Elica +2,16% *in ascesa dopo la pubblicazione dei dati preconsuntivi dell'esercizio 2018.

L'EBITDA normalizzato sale a 40 milioni di euro, +8,5% a/a con margine sui ricavi all'8,5% dal 7,7% dell'anno precedente. Il risultato di pertinenza del gruppo normalizzato balza a 7,3 milioni dai 4,7 milioni del 2017.

Prysmian -1,07% in rosso: l'ufficio investigativo dell'autorità della concorrenza brasiliana CADE, nell'ambito del procedimento notificato alla società nel 2011, ha raccomandato al CADE stesso di irrogare una sanzione di ammontare compreso tra il 15% ed il 20% del fatturato in Brasile nel 2009.

Come già comunicato al mercato, la sanzione massima che potrebbe essere imposta a Prysmian dovrebbe essere pari a 409 milioni di reais (equivalenti a circa 96 milioni di euro al tasso di cambio corrente).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)

Fonte: News Trend Online

TAG:

Banche Borsa Ftse Ftse mib Massimi Mercati Usa

GRAFICI:

Banca ifis Banco bpm Bca mps Bp Brembo Continental Dow jones Eni Euro bund fut Faurecia Ftse mib Italia Kering Moncler Nasdaq Prysmian Saipem Salvatore ferragamo Sogefi Stmicroelectronics Ubi banca Unicredit


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Contenuti dagli sponsor

SWISSQUOTE
Segnali negativi sulla crescita, mercati azionari in calo

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x