Traderlink
Cerca
 

Il Dow Jones completa un testa spalle ribassista, è l'inizio della fine?

21/09/2020 17:31

Versione con con grafici https://ftaonline.com/blog/il-dow-jones-completa-un-testa-spalle-ribassista-e-linizio-della-fine

Ci sono alcune figure, ovvero degli andamenti grafici che si ripetono sempre uguali nel tempo (almeno nella forma, anche se con notevoli differenze nei tempi di realizzazione), in analisi tecnica particolarmente evocative, una tra questi è il "testa spalle" ribassista.

Questa configurazione consta di tre massimi consecutivi con i due laterali, le spalle, allineati sugli stessi livelli, e quello centrale, la testa, che è invece più alto. La figura ha una base, denominata "neckline", che è la linea congiungente i minimi successivi ai massimi delle due spalle (e che in questo caso transita in area 27000).

Quando i prezzi scendono al di sotto della "neckline" la figura risulta completata e le sue implicazioni negative sono attive. La comparsa di un testa spalle prospetta di condizionare l'andamento dei prezzi per una ampiezza almeno pari a quella della figura stessa, di solito infatti i prezzi si allontanano dal punto di violazione della "neckline" almeno di una distanza pari a quella verticale che c'è tra il massimo della testa e la neckline.

Nel caso del Dow Jones e del testa spalle appena completato questo significherebbe un probabile obiettivo per i prezzi in area 25650. Il "testa spalle" non è comunque un fulmine a ciel sereno, l'indice ha violato già l'8 di settembre la trend line rialzista che unisce i minimi di marzo e quelli del 30 luglio inviando un primo segnale negativo.

Da notare poi che la "neckline" praticamente coincide con la media mobile esponenziale a 50 giorni, il taglio al ribasso di area 27000 è un duplice segnale di debolezza. La media a 50 giorni sintetizza con la sua posizione rispetto ai prezzi la condizione della tendenza di medio periodo, che quindi ora diventa ribassista, ed era al rialzo (ovvero i prezzi la avevano scavalcata dal basso verso l'alto, tra l'altro con un bel gap) dal 18 maggio.

La prossima media mobile significativa è quella a 100 giorni, rappresentativa della condizione della tendenza di medio lungo periodo, che transita al momento a 26780 circa e che è quindi stata messa alla prova dai minimi del 21 settembre.

Se i prezzi dovessero scendere, in chiusura di seduta, anche al di sotto della media esponenziale a 100 giorni, sarebbe lecito iniziare ad ipotizzare non solo una correzione temporanea della salita precedente ma l'avvio di una tendenza ribassista duratura.

Nota bene, un testa spalle ribassista, anche se non così ben delineato, è presente anche sul grafico del Nasdaq Composite, con una "neckline" in transito a 10715 e con la media mobile a 50 sedute passante a 10920 circa, quindi già violata venerdì scorso.

Quanto è preoccupante il completamento del (dei) testa spalle? Al momento come detto potremmo essere in presenza solo di una fase di rallentamento della salita vista dai minimi di marzo, una situazione simile a quella sviluppatasi ad inizio giugno, ma le motivazioni alla base del rallentamento non sono da sottovalutare e quindi il rischio di una vera e propria inversione è alto.

Il primo dei motivi alla base della debolezza del mercato è ovviamente il ritorno di fiamma del Covid-19.


Nel mondo sono stati superati ormai i 31 milioni di contagi (dati John Hopkins University), e gli Stati Uniti sono tra i paesi più colpiti. Ma anche in Europa ci sono situazioni preoccupanti, in Francia ad esempio più della metà del territorio nazionale è considerato "zona rossa", ovvero una zona di circolazione attiva del virus all'interno della quale i prefetti possono adottare misure speciali.

Negli Usa sono state ormai raggiunte le 200mila vittime, il doppio di quelle che Donal Trump riteneva un buon risultato delle misure di contrasto all'inizio della pandemia. In India ci sono 100mila casi al giorni (e 1000 morti).

Israele è di nuovo in lockdown e ci resterà per almeno 3 settimane, in Gran Bretagna 15 milioni di abitanti sono in isolamento.
E' evidente che in queste condizioni tutti i segnali di ripresa dell'economia registrati negli ultimi mesi potrebbero essere messi seriamente in discussione, difficilmente i mercati finanziari potrebbero in quel caso recuperare velocemente la fiducia nel futuro. C'è poi un ulteriore elemento di timore per le borse, ovvero le presidenziali Usa.

Trump guadagna infatti terreno su Biden, e anche se quest'ultimo resta in testa il divario tra i due si riduce. In questo contesto la morte di Ruth Bader Ginsburg, giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti (nominata dal Presidente Bill Clinton, in carica dal 5 agosto 1993), acquista ancora maggiore rilevanza.
Donald Trump ha dichiarato infatti di voler nominare quanto prima un nuovo giudice (nonostante le ultime volontà di Ruth Bader Ginsburg siano state di attendere il passaggio delle elezioni), e questo sbilancerebbe la Corte in favore dei conservatori.

La Corte Suprema potrebbe venire chiamata in causa dallo stesso Trump nel caso l'esito del voto non fosse netto e ci fosse spazio per contestare il risultato, una situazione che ovviamente non piace alle borse che mal digeriscono l'incertezza.

Uno scenario dopo la proclamazione del nuovo Presidente Usa non fosse immediata sarebbe disastroso in questo momento con il Covid che già rende tutto incerto.

La candela giornaliera del Dow Jones di lunedì è eccezionalmente ampia, un "marubozu", elemento che da solo rappresenta una tendenza vera e propria.
E come tutte le tendenza può essere corretto, è quindi probabile che nelle prossime sedute si realizzi un rimbalzo che riporti i prezzi all'interno del range di lunedì.

Attenzione tuttavia che solo il superamento almeno del 61,8% di ritracciamento (percentuale di Fibonacci) del ribasso del 21 settembre, quindi la rottura di area 27370 (prime resistenze a 27120 e a 27260), potrebbe fare sperare di essere già usciti dall'incubo ribassista nel quale sembra invece volerci precipitare la borsa.

(AM - www.ftaonline.com)

Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Graphic analysis Borsa Bull or bear Grafici Indicators and oscillators Maximum Minimum Signals Usa

GRAFICI:

-media- Dow jones Gap inc Line corporation Nasdaq


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x