Traderlink
Cerca
 

Calendario macro: i market mover della settimana

06/04/2020 10:48

La pandemia non accenna a dare segni di cedimento nemmeno a livello mondiale. Intanto arrivano nuovi dati macro in una settimana che non registra un’agenda molto affollata. Particolare attenzione, però, dovrà essere posta sia sui dati riguardanti il petrolio ma anche e soprattutto ai verbali della Fed che verranno pubblicati mercoledì 8 aprile.

Lunedì: Germania in primo piano

Pochi i dati macro particolarmente rilevanti nella prima giornata della settimana. A dare il “la” saranno i numeri (dato rivisto) riguardanti gli ordini all’industria di febbraio della Germania. Accanto ci saranno anche quelli di aprile dell’indice Sentix europeo, l’indice che misura l'umore degli operatori dell'area Euro.

Martedì: uno sguardo all’Italia

Già da martedì arriveranno i primi dati italiani, si tratterà delle vendite al dettaglio di febbraio. Ma a livello internazionale, però, sarò ancora Berlino a dettare legge. Nello specifico con la produzione industriale di febbraio.   

Mercoledì: occhio al petrolio Usa

Viste le ultime vicissitudini del barile, i dati sulle scorte settimanali di petrolio in Usa meritano questa volta, un’attenzione maggiore. Sempre dagli Usa l’attesa è anche per i verbali dell’ultima riunione Fed. In realtà non sono un dato macro in sé, ma rivestono un ruolo estremamente importante in uno scenario come quello che stiamo vivendo ora. Infatti la banca centrale Usa ha dato il via ad un vasto piano di sostegno all’economia statunitense in vista della frenata che si presenterà con l’espandersi del Covid-19. Prima, però, il dato macro più importante, almeno per chi guarda all’Asia, è quello giapponese degli ordini ai macchinari core di febbraio.     

Giovedì: sussidi disoccupazione in Usa

Piuttosto ampia l’agenda di giovedì. In ordine cronologico sono da segnalare prima di tutto i dati sulla bilancia commerciale e la produzione beni della Gran Bretagna (febbraio). Ma la produzione industriale di febbraio riguarderà anche l’Italia. Dagli Usa, invece, le vendite e le scorte all’ingrosso (febbraio), i prezzi alla produzione (marzo) e la fiducia dei consumatori dell’università del Michigan di aprile saranno quei dati che occuperanno la scena. Da citare, visto il clima, anche i dati settimanali sui sussidi di disoccupazione.       

Venerdì: giornata di prezzi

Che siano al consumo o alla produzione, venerdì sarà la giornata dei prezzi. Il primo dato arriverà dal Giappone e riguarderà i prezzi alla produzione di marzo, stesso dato che verrà pubblicato per la Cina. Ma Pechino conoscerà anche l’inflazione, cioè i prezzi al consumo, sempre di marzo. Idem per gli Usa. Infatti nel pomeriggio (ora italiana ) verranno resi noti i risultati dei prezzi al consumo di marzo.   

A cura di Rossana Prezioso

 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Petrolio Industria e lavoro Macro economia Usa

AUTORI:

Rossana prezioso

GRAFICI:

Crude oil Illa Italia

TRADERPEDIA:

Inflazione Petrolio Sar


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK