Traderlink
Cerca
 

Le quotazioni dell’oro continuano a muoversi al rialzo

08/08/2019 16:58

Le quotazioni dell’oro continuano a muoversi al rialzo. Le ragioni alla base della corsa del metallo giallo sono molteplici. Da un lato ci sono senz’altro le tensioni commerciali fra Stati Uniti e Cina: i nuovi dazi voluti da Donald Trump hanno generato una rapida risposta cinese con la svalutazione dello yuan, salito per la prima volta da oltre un decennio oltre quota 7. Dall’altra, poi, i timori per un rallentamento dell’economia mondiale, con le banche centrali che si stanno affrettando a tagliare i tassi di interesse, forse anche più di quanto sarebbe realmente necessario al momento, ma con il chiaro intento di prevenire e mitigare gli effetti della guerra dei dazi. Si pensi alla Banca Centrale neozelandese, che ha tagliato di mezzo punto da 1,50 a 1,00% il costo del denaro, mentre mosse simili sono arrivate da India e Thailandia e dalle Filippine, indicando una chiara direzione.

In questo scenario il lingotto ha trovato un numero crescente di compratori, con le quotazioni che sono volate fin oltre quota 1.500 dollari, aggiornando i massimi dal 2013, mentre il World Gold Council ha rilasciato i dati relativi alla domanda aurea delle banche centrali, ancora in crescita nel 2019, ad una cifra record di 374 tonnellate nel primo semestre 2019.

Dal punto di vista tecnico le quotazioni del lingotto giallo appaiono ancora impostate al rialzo, con la possibilità di vedere altri rally. Una frenata, invece, potrebbe arrivare nel caso di un riavvicinamento fra Usa e Cina, con un allentamento della guerra valutaria che sta spingendo le banche centrali a svalutare le proprie divise sul mercato forex, mentre Donald Trump chiede a gran voce una Fed piu’ accomodante ed altri tagli dei tassi anche da parte della Banca Centrale Americana.

La salita dell’oro in un grafico giornaliero dalla piattaforma ActivTrader


Fra le vittime dell’escalation della guerra dei dazi possiamo senz’altro annoverare il petrolio, con la quotazione WTI che ha proseguito la sua discesa verso l’importante soglia psicologica dei 50 dollari. La flessione è alimentata dall'inasprimento delle tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti, che hanno creato ulteriori incertezze alle già deboli prospettive di crescita dell'economia globale e, di conseguenza, ridotto la domanda energetica. Inoltre, alcune case d’affari hanno abbassato le previsioni sui prezzi per il 2019 e stimano che nella prima metà del 2020 l'offerta globale di greggio sarà superiore ai consumi. Ad alimentare la discesa hanno contribuito anche i dati relativi alle scorte di petrolio, cresciute decisamente più delle attese (nella settimana terminata il 2 agosto sono infatti salite a 2,385 milioni di barili), in un clima di generale risk-off sui mercati. La tenuta del supporto posizionato a 51 dollari al barile appare dunque significativa per evitare nuove discese verso i valori visti sul finire del 2018

La discesa del petrolio in un grafico giornaliero dalla piattaforma ActivTrader
 


Carlo Alberto De Casa

Capo analista ActivTrades
www.activtrades.com


Scopri la nuova piattaforma ActivTrader di ActivTrades



 

I prodotti finanziari negoziati in marginazione presentano un elevato rischio per il tuo capitale. Il 69,6% dei clienti perde denaro con questo fornitore. ActivTrades PLC è autorizzata e regolata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413.
ActivTrades Plc. Via Borgonuovo 14/16 20121 Milano – iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al numero 97.

I livelli di prezzo utilizzati in questa analisi, si riferiscono ai contratti CFD presenti nell’offerta di Activtrades.
Qualsiasi previsione ivi fornita non è un indicatore affidabile di risultati futuri. I pensieri e le opinioni espresse sono esclusivamente quelle dell’autore e non riflettono necessariamente le opinioni di ActivTrades Plc. Questa analisi è solo a scopo informativo e non deve essere considerata una consulenza finanziaria. La decisione di agire in base alle idee ed ai suggerimenti presentati è a sola discrezione del lettore.

 


TAG:

Banca centrale Cina Petrolio Dollaro Oro

AUTORI:

Activtrades

GRAFICI:

Crude oil Fiat chrysler automobiles Oro

TRADERPEDIA:

Grafico giornaliero Interesse Oro Petrolio


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK