sistemi di borsa gestione dati videocomunicazione

Uno sguardo tecnico sulle criptovalute Bitcoin, Ethereum e Ripple, con l'analisi Candle Model

30/01/2018 18:22

La stabilizzazione che il settore ha visto nella seconda metà di gennaio non riesce ancora a catalizzare forti interessi in acquisto. La segnaletica del quadro giornaliero, anzi, depone in taluni casi verso una rivisitazione della estrema debolezza registrare a metà gennaio.
Iniziano a delinearsi anche movimenti di direzionalità nella forza relativa che contraddistingue talune criptovalute rispetto ad altre, specchio di come il mercato inizi a discernere tra le diverse storie di business collegati alla blockchain.
Intanto, cresce lo smarrimento di chi aveva sposato incondizionatamente uno scenario di apprezzamento a senso unico sul settore, scenario disturbato dal giro di vite in Asia sulle contrattazioni del settore e dalle paventate ipotesi di proposte di prima regolamentazione che si starebbero mettendo a punto per il summit del G20 di marzo  a Buenos Aires.
Passiamo in rassegna la contingente il Trend/segnale operativo giornaliero su alcune cripto incrociate con il Dollaro Usa.
 
BTC/USD
Il nuovo ingresso in debolezza sotto 13080 visto stamane ha riattivato il segnale ribassista di calibro giornaliero, dopo che lo stesso aveva preso in carico un tentativo di reazione al rialzo nella prima frazione della seduta del 18 gennaio scorso.
Il segnale di debolezza appena ripristinato mira ad un percorso di debolezza, intanto sino a 9230 Dollari, area di minimo del 17 gennaio. Lo stop e revisione al rialzo del segnale direzionale di calibro giornaliero adesso passa per una capacità di guadagnare nuovamente i 12190 Dollari.
 
 Bitcoin/Dollaro Usa: grafico giornaliero,  Trend/segnale in corso  − fonte grafico: Visual Trader
 
ETH/USD
Nella settimana trascorsa Ethereum ha manifestato una maggiore forza relativa – rispetto ad altre criptovalute – nei confronti del Biglietto Verde, capitalizzando una certa propulsione rialzista, in linea con il Trend/segnale giornaliero che su ETH/USD  è maturato in chiusura di giovedì 18 gennaio, per mano di un Modello di StopTrend rialzista, con iniziale stop e ripristino ribassista a 770.
La dinamica recente avvicina consistentemente il livello di stop, a 998/1018, fascia sotto cui verrebbe ripristinato il segnale giornaliero di debolezza, con rischio di deprezzamento – in quel caso − individuato proprio in area 770.
 
 
XRP/USD
Ripple ha approntato un sentiero laterale di oscillazione dal 18 gennaio in poi, convergendo verso un temporaneo equilibrio tra la continuazione della pressione ribassista e il ritorno di interesse rialzista.
In realtà, questo laterale citato per ora interviene all’interno di un Trend/segnale giornaliero che prosegue in orientamento operativo ribassista, coadiuvato da stop e ripristino rialzista posto a 1,4205, avvicinato il 26 gennaio. Interessante a questo punto verificare se nell’area grafica sopra 0,8505 andrà in formazione un Modello di ripartenza rialzista, ora non presente.

 

TAG:

Analisi tecnica Dollaro

AUTORI:

Giacomo moglie


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Apple Store
Apple Store

Analisi

Analisi quotidiana dei mercati finanziari

sintesi serale 20/07/2018    

Trump spaventa le Borse continentali

Video-analisi

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar
Seguici su Facebook
BORSA ITALIANA: Quotazioni di borsa differite di 20 min.
MERCATO USA: Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)
FOREX: Quotazioni fornite da FXCM
Copyright © 1996-2018 Traderlink Srl - contact@traderlink.it - Privacy   -   Cookie
commenti suggerimenti commenti e segnalazioni - DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x