Traderlink
YouFinance.it
tanta didattica gratuita
Cerca
 

Tributi: ecco la differenza tra tasse, imposte e contributi!

16/11/2021 13:08

I tributi sono dei prelievi coattivi  di denaro che lo Stato, le Regioni o gli enti locali effettuano nei confronti dei contribuenti.

Questi prelievi sono regolamentati da legge ordinaria statale o da leggi regionali e/o locali.

I tributi non sono tutti uguali e si differenziano in: imposte, tasse e contributi.

Questi tre termini spesso vengono considerati dei sinonimi, ma non è così e per non incorrere in errori spiacevoli e grossolani, è importante imparare gli aspetti che li differenziano.

 

Differenze generali tra tasse, imposte e contributi

Nel caso specifico delle imposte, il prelievo coatto nei confronti dei cittadini avviene con lo scopo di finanziare la spesa pubblica e di soddisfare l'interesse generale.

Per esempio l'Irpef, Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche, deve essere versata da tutti coloro che percepiscono un reddito a favore di un interesse generale che coincide con l'obbiettivo di avere una più equa distribuzione della ricchezza.

Il pagamento delle tasse, invece, avviene quando i contribuenti ottengono dei benefici specifici dal pagamento della tassa (es. tassa universitaria o tassa per partecipare ad un concorso). Lo Stato o l'ente locale che richiede questo versamento, concede quindi un pubblico servizio dietro pagamento di un importo.

I contributi sono prelievi di ricchezza che permettono di ottenere un vantaggio individuale dall'utilizzo di opere generali. Tra i contributi rientrano i contributi sociali, come quelli previdenziali, e quelli fiscali che un contribuente paga quando gode di un vantaggio da parte di un'opera pubblica.

Adesso vediamo più nello specifico le caratteristiche di questi tre tipi di tributi.


Cosa sono le imposte?

Abbiamo detto che le imposte sono un versamento obbligatorio, che la maggior parte delle volte dipende dalla capacità contributiva dei cittadini, anche se, da quel pagamento, il contribuente non trae un vantaggio diretto.

Le imposte verranno poi utilizzate dallo Stato o dagli enti locali per il finanziamento di spese pubbliche per sviluppare servizi per la comunità. Per esempio: amministrazione della giustizia, l’ordine pubblico, il Sistema Sanitario Nazionale.


Quali sono gli elementi fondamentali di un'imposta?

Gli elementi fondamentali dell'imposta sono quattro:

  1. il presupposto, cioè la circostanza che determina l'obbligo di versare l'imposta;
  2. il soggetto attivo, ovvero il soggetto creditore dell’imposta;
  3. l’imponibile, cioè quale tipo di ricchezza sarà colpita dall’imposta;
  4. l’aliquota, ovvero la percentuale di tributo che sarà calcolata sulla ricchezza.

Le imposte si differenziano anche tra imposte indirette e dirette. Vediamo quali sono le differenze.

Le imposte dirette vengono prelevate coattivamente e direttamente sulla ricchezza prodotta, sugli investimenti o sui patrimoni.

Le imposte indirette, invece, vengono calcolate sul trasferimento della ricchezza o di un bene.


Quali sono le imposte dirette e quelle indirette?

Tra le principali imposte dirette, cioè quelle che vengono calcolate direttamente sul patrimonio o sul reddito, ci sono: Irpef, Ires, Irap, Imu.

Le imposte indirette sono quelle applicabili al momento del trasferimento di ricchezza o patrimonio.

Alcune di esse sono:

  • IVA (Imposta sul valore aggiunto): un'imposta sugli scambi;
  • Imposte sui trasferimenti a titolo gratuito come successioni e donazioni;
  • Imposte su trasferimenti onerosi come imposta di registro, bollo, ipotecarie ecc;
  • Imposte sui consumi o di fabbricazione (come le accise).


Cosa sono le tasse?

Le tasse, invece, sono dei versamenti obbligatori che il cittadino effettua quando deve avere in cambio dallo Stato o dall'ente locale, un servizio ben definito a suo vantaggio.

Nel caso delle imposte, infatti, non possiamo dire con precisione quale uso lo Stato faccia delle entrate; nel caso delle tasse, invece, è sempre possibile stabilirlo, perché il servizio per il quale si paga la tassa è ad personam.


Quali sono alcuni tipi di tasse?

La tassa sui rifiuti (Tari) ha come presupposto il possesso o la detenzione di locali o di aree scoperte, che possano produrre rifiuti. Per determinare la Tari da versare, si considera la superficie calpestabile delle unità immobiliari.

Le tariffe di questa tassa vengono stabilite dai comuni, i quali possono anche decidere di applicare riduzioni o esenzioni.

Il canone Rai è una vera e propria tassa che si paga sul possesso di apparecchi radio televisivi. Se il contribuente non possiede alcun televisore in casa, non pagherà alcuna tassa.

Il contributo unificato per le spese di giustizia è una tassa variabile che si paga per ogni grado del processo civile, amministrativo, contabile e tributario. Questa tassa è a carico della parte che dà avvio al procedimento.

Le tasse di concessione governativa vengono versate quando si richiede, appunto, una concessione. Alcune di esse sono:  la tassa per la domanda di brevetto, la tassa di rilascio come nel caso del passaporto, le tasse periodiche che si versano per il porto d'armi. E così via.

La Tosap è la tassa per l'occupazione di suolo pubblico o di aree pubbliche.
 

Cosa sono i contributi?

I contributi vengono prelevati coattivamente come le imposte, ma servono a finanziare un servizio ben definito, come nel caso delle tasse.  Più nello specifico i contributi servono a trarre un vantaggio personale da un'opera pubblica.

Per esempio i contributi previdenziali vengono versati dal lavoratore in vista di un futuro in cui poter godere di un trattamento pensionistico.

Tasse, imposte e contributi formano il carico fiscale che pesa sui cittadini, e questo carico fiscale, che contribuisce alla spesa pubblica, secondo l’articolo 53 della Costituzione, viene applicato in base alla capacità contributiva ed economica di ogni cittadino.

@Autore Foto

 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata




DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Altri di


App Traderlink Cloud
Apple Store

Copyright © 1996-2021 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK