overlayHeader
overlayContent
Traderlink
Cerca
 

Piazza Affari vola dopo l'inflazione USA. FTSE Mib +2,58%

10/11/2022 18:07

Perentorio rialzo per la borsa italiana, galvanizzata dal dato statunitense sull'inflazione apparso inferiore alle attese. Il FTSE Mib ha chiuso gli scambi a +2,58%, il FTSE Italia All-Share +2,61%, il Mid Cap +3,27%, il FTSE Star +4%.
BTP e Spread in calo. Il rendimento sul decennale domestico si è attestato al 4% (chiusura precedente a 4,37%), lo spread sul Bund a 200 bp da 212.
Euro in forte recupero contro dollaro con le quotazioni salite a 1,0165.
Il citato dato sull'inflazione USA (7,7% annuo dall'8,2% di settembre contro il 7,9% del consensus di Dow Jones Newswires e Wall Street Journal) ha ridato fiducia anche a Wall Street tanto che i principali indici stanno ora guadagnando oltre 4 punti percentuali.
A Milano netta prevalenza di segni positivi tra i titoli del FTSE Mib con le eccezioni di quelli del comparto petrolifero, oltre che a Leonardo (-1,46%) e Banco BPM (-1,8%).
Migliore del listino Nexi che si avvicina i 10 punti percentuali di crescita in scia ai risultati del terzo trimestre migliori delle attese: ricavi in crescita del 7,1% a/a a 858,9 milioni di euro (consensus 851), EBITDA +12,0% a 463,1 milioni (consensus 453), margine EBITDA a 53,9% da 51,6% (consensus 53,3%).
Vola anche Stmicroelectronics (+7,87%), che sale fin sopra ai massimi di ottobre.


Segno positivo per Generali +2,05%. Nei primi nove mesi del 2022 i premi lordi sono saliti dell'1,3% a/a a 59,8 miliardi di euro (consensus 59,3), il risultato operativo del 7,8% a/a a 4,8 miliardi (consensus 4,5). L'utile netto è in lieve calo a 2,233 miliardi (-0,8% a/a) ma ben al di sopra del consensus fissato a 2,049 miliardi.
Va meglio a Banca Generali che ha guadagnato il 4,72%.
Il deciso calo dei rendimenti tornati al 4% aiuta ancora una volta il comparto delle utility. A2A mette a segno un rialzo del 4,73%, Enel +3,96%, Hera +1,24%, Italgas +2,78%.
In evidenza anche il comparto del risparmio con Poste Italiane in crescita del 4,32% dopo che il gruppo ha battuto le attese nel terzo trimestre, rivedendo al rialzo la guidance sull'EBIT 2022.

Bene gli industriali con Interpump in crescita del 4,9% ed il settore lusso con Moncler +6,1% e Ferrari +3%.
Sotto tono il settore bancario ma comunque positivi sia Unicredit (+1,37%) e Intesa Sanpaolo (+1,07%).

AC - www.ftaonline.com

 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata


Condividilo!  

TAG:

Borsa italiana Btp Economy Ftse Ftse mib Spread Usa

GRAFICI:

A2a Aa plc Banca generali Banco bpm Bp Dow jones Enel Etfb Euro bund fut Ferrari Ftse mib Generali ass. Hera Intesa sanpaolo Italgas Leonardo Moncler Nexi Poste italiane Unicredit Volta inc


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Altri di News FTAOnline


App Traderlink Cloud
Apple Store

Copyright © 1996-2023 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x