Banco Desio approva il Piano Industriale 2024-2026

24/11/2023 08:52

Banco Desio approva il Piano Industriale 2024-2026
Il Consiglio di Amministrazione del Banco Desio ha approvato il nuovo Piano Industriale 2024-2026, che mira a consolidare la posizione del Banco come leader tra le banche LSI e di prossimità. Il Piano prevede il miglioramento operativo della Banca Commerciale, l'efficientamento dei processi e l'incremento della digitalizzazione a beneficio dei clienti, pur mantenendo la centralità del rapporto di relazione e di filiale.
Nel periodo 2024-2026 sono previsti interventi di razionalizzazione della Rete, con la chiusura di circa 15 filiali, senza perdita di clienti e posti di lavoro. Il Piano identifica inoltre ambiti di specializzazione e crescita, come Small Business, Personal Finance e Wealth Management, nei quali Banco Desio potrà distinguersi per la qualità dell'offerta e il livello di servizio alla clientela. Le opportunità di crescita potranno generare un valore complessivo di oltre €160 milioni nel periodo del Piano.

I principali obiettivi del Piano sono un ROE superiore all'8% nel 2026, un Cost/Income pari al 55% nel 2026, un CET1 superiore al 15% nel 2026, una solida generazione di ricavi con una CAGR del Margine di intermediazione del 4,5% nel periodo 2023-2026, un profilo di rischio costantemente sotto controllo con un NPL Ratio Lordo inferiore al 4% nel periodo del Piano e il mantenimento/miglioramento dei livelli di eccellenza della customer satisfaction.
Inoltre, il Piano prevede la crescita del Wealth Management fino a superare i 10 miliardi di AUM, l'acquisizione di 10.000 nuovi clienti Small Business tramite un modello dedicato, il raddoppio dell'esposizione sul prodotto Cessione Quinto Stipendio, anche attraverso operazioni straordinarie e acquisizioni, per rafforzare il posizionamento della controllata Fides tra i leader di mercato, un profilo di liquidità prudente con un LCR superiore al 150% nel 2026 e investimenti in innovazione tecnologica pari a €60 milioni.

Il Banco Desio si impegna anche sul fronte ESG, con investimenti di circa €8 milioni nel periodo del Piano e l'obiettivo di sviluppare modelli di servizio dedicati per il green funding a favore delle PMI presenti sul territorio. Infine, grazie al buon contributo di redditività e al forte posizionamento patrimoniale, si proporrà un aumento del dividend payout al 50%.

(NEWS Traderlink)

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata

Condividi