CIR: Previsioni ridotte sull'andamento delle attività del Gruppo

31/07/2023 15:11

CIR: Previsioni ridotte sull'andamento delle attività del Gruppo
Il Consiglio di Amministrazione di CIR S.p.A. – Compagnie Industriali Riunite, guidato dal Presidente Rodolfo De Benedetti, ha approvato il rapporto finanziario semestrale al 30 giugno 2023, presentato dalla CEO Monica Mondardini. I dati evidenziano: ricavi consolidati a € 1.223,1 milioni, un aumento dell'11,9% rispetto al primo semestre 2022; utile netto consolidato a € 14,0 milioni; crescita di fatturato e risultati per Sogefi; ripresa progressiva e costante per KOS; ulteriore riduzione dell'indebitamento netto consolidato a € 32,9 milioni, da € 81,8 milioni al 31 dicembre 2022; stabilità e positività della posizione finanziaria netta del gruppo a € 314,0 milioni.

Relativamente alla prevista evoluzione della gestione, l'andamento delle attività del Gruppo CIR nei prossimi mesi appare incerto, data la situazione macroeconomica, con un'inflazione ancora alta e tassi di interesse in crescita.
Per quanto riguarda KOS, si prevede un pieno funzionamento nei settori della riabilitazione e acuti entro l'anno, mentre per le RSA in Italia e Germania si prevede un consolidamento della tendenza all'aumento delle presenze, con piena operatività prevista tra la fine del 2023 e l'inizio del 2024. La piena ripresa della redditività sarà legata al progressivo adeguamento delle tariffe, sia in Italia che in Germania, a causa dell'aumento dei costi del personale sanitario legati all'inflazione.

In assenza di imprevisti che potrebbero complicare il contesto attuale, i risultati operativi di KOS per l'intero esercizio dovrebbero essere significativamente superiori rispetto allo scorso anno. Per quanto riguarda Sogefi, l'andamento del mercato automobilistico nel 2023 appare incerto.
Per il 2023, S&P Global (IHS) prevede una crescita della produzione mondiale di automobili del 5,3% rispetto al 2022, con l'Europa a +11,8%, NAFTA a +8,2%, l'India a +7,2% e Sud America e Cina sostanzialmente stabili. Nonostante nei primi mesi del 2023 i prezzi delle materie prime e dell'energia siano stati in calo, rimangono elevati e volatili.

In assenza di fattori di deterioramento dello scenario macroeconomico, Sogefi prevede per il 2023 una crescita dei ricavi di medio singolo cifra, in linea con le previsioni del mercato automobilistico, e una redditività operativa superiore a quella del 2022, escludendo i costi non ricorrenti.
Infine, riguardo la gestione dell'attivo finanziario, nonostante l'andamento positivo dei mercati finanziari nella prima metà dell'anno, a causa delle incertezze legate al contesto macroeconomico e finanziario, si prevede una elevata volatilità anche nella seconda parte dell'anno.

(NEWS Traderlink)

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata

Condividi

×
Directa - Visual Trader