Datrix vince bando da 10 milioni di euro.

16/11/2023 11:48

Datrix vince bando da 10 milioni di euro.
Datrix (ticker: DATA), leader nel campo delle applicazioni di Intelligenza Artificiale per l'accelerazione della crescita basata sui dati, ha annunciato di aver vinto un importante bando europeo (Horizon Europe) nel settore dell'AI per la salute. Il progetto di ricerca, denominato "BETTER" (Better Real-World Health-Data Distributed Analytics Research Platform, Grant agreement 101136262), mira a creare una piattaforma di facile accesso per i medici degli ospedali europei, consentendo loro di consultare i dati dei pazienti - filtrabili per patologia o parametri genetici - e allenare modelli predittivi, nel rispetto delle più rigorose normative sulla privacy a livello globale relative alle informazioni sanitarie. Questo sarà possibile grazie all'uso di un approccio di "Federated Learning" e "AI Distribuita".

I modelli avanzati di Federated Learning di Datrix permettono la condivisione degli insights senza scambio di dati sensibili e senza compromettere la qualità dei risultati. Questo garantisce il rispetto della privacy degli utenti e contribuisce a creare un rapporto più sano tra uomo e macchina, in linea con la visione di un'IA Simbiotica che lavora in armonia con le dinamiche umane e sociali.
Con questa vittoria, il Gruppo Datrix si conferma come leader capace di attirare finanziamenti dalla Commissione Europea verso l'Italia e di dimostrare la propria leadership nell'innovazione della ricerca medica internazionale basata sull'Intelligenza Artificiale e la Data Science. Il progetto BETTER è stato valutato con il massimo dei punti (15 su 15) e riceverà un finanziamento di 10 milioni di euro a livello europeo, di cui circa la metà sarà destinata al sequenziamento genetico.

Il progetto coinvolgerà diverse istituzioni e cliniche italiane, come l'Ospedale pediatrico Buzzi di Milano e il Politecnico di Milano, oltre a numerosi partner tecnologici provenienti da tutta Europa. I principali obiettivi della ricerca riguardano il superamento delle barriere transfrontaliere per l'integrazione e la gestione di dati scientifici e sanitari, l'arricchimento delle basi dati sanitarie con open data provenienti da altri centri ospedalieri, l'implementazione di un framework di analisi distribuito per l'elaborazione di dati medici tramite Intelligenza Artificiale, lo sviluppo di strumenti di supporto per i medici che sfruttino le capacità dell'IA e la consapevolezza degli aspetti etici, legali e sociali nel ciclo di vita dell'IA.

La tecnologia su cui si baseranno i team di lavoro comprende l'AI distribuita e il Federated Learning, che permettono di allenare modelli di machine learning su diverse basi dati senza la necessità di spostare o centralizzare i dati stessi. Sarà inoltre adottato il concetto di FAIRification, che consiste nella standardizzazione delle basi dati in modo da renderle leggibili e utilizzabili con la stessa interfaccia. Sarà inoltre utilizzato il Modello PHT (Personal Health Train), un paradigma di analisi distribuita per dati medicali.

Il progetto "BETTER" si propone di abilitare la modalità Precision Medicine, supportando l'iniziativa European Health Data Space e creando una solida infrastruttura decentralizzata che consentirà ai ricercatori e ai medici di sfruttare appieno il potenziale dei dati sanitari comunitari e degli strumenti di Intelligenza Artificiale, con l'obiettivo finale di migliorare la salute dei cittadini.

(NEWS Traderlink)

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata

Condividi