FNM: EBITDA rettificato tocca i 100 mln nel primo semestre

03/08/2023 08:55

FNM: EBITDA rettificato tocca i 100 mln nel primo semestre
Il Consiglio di Amministrazione di FNM S.p.A., con la presidenza del Dott. Andrea Angelo Gibelli, ha esaminato ed approvato il Bilancio consolidato semestrale abbreviato del Gruppo FNM al 30 giugno 2023. I risultati principali includono: - Un aumento del 2,6% dei ricavi, che sono passati da 294 milioni di Euro al 30 giugno 2022 a 301,6 milioni di Euro; - L'EBITDA rettificato è aumentato del 7,1%, passando da 93,4 milioni di Euro al 30 giugno 2022 a 100 milioni di Euro; - L'utile netto rettificato è aumentato del 13,4%, passando da 29,8 milioni di Euro al 30 giugno 2022 a 33,8 milioni di Euro; - La PFN Rettificata è pari a 761,7 milioni di Euro, rispetto ai 766,9 milioni di Euro del 31 dicembre 2022.

La Società ha confermato le previsioni per il 2023, in base ai risultati positivi conseguiti nel primo semestre dello stesso anno.
Nel 2023 si prevede un progressivo recupero della domanda di mobilità: si prevede che il traffico autostradale tornerà ai livelli pre-pandemici, con il traffico leggero e pesante rispettivamente allineato e superiore rispetto al 2019. Tuttavia, la domanda di trasporto pubblico locale dovrebbe rimanere al di sotto dei livelli del 2019.
Le stime per il Gruppo FNM nel 2023 tengono conto dell'incertezza relativa all'inflazione, al prezzo del carburante e dell'energia. Questi fattori influiscono principalmente sul segmento della mobilità dei passeggeri su gomma e sui costi di manutenzione dell'infrastruttura autostradale.

Non sono previsti aumenti dei pedaggi autostradali né contributi straordinari per coprire le perdite di ricavi da traffico o compensare l'aumento dei costi energetici. In base a queste considerazioni, il Gruppo FNM prevede per il 2023: - Un aumento dei ricavi compreso tra l'1% e il 5% rispetto al 2022; - Un aumento dell'EBITDA rettificato compreso tra l'1% e il 5% rispetto al 2022; - Il rapporto EBITDA Rettificato/Ricavi dovrebbe rimanere sostanzialmente in linea con il 2022.
Si prevede che l'indebitamento finanziario netto a fine 2023 sarà compreso tra 700 e 750 milioni di Euro, con un rapporto PFN Rettificata/EBITDA tra 3,5x e 4,0x, un miglioramento rispetto alla fine del 2022.

L'indebitamento finanziario netto tiene conto degli investimenti finanziati dal Gruppo FNM, al netto dei contributi pubblici, in diminuzione del 10-20% rispetto al 2022. Trenord, valutata secondo il metodo del patrimonio netto, prevede un costante recupero della domanda di trasporto rispetto al 2022, con un ritorno ai volumi pre-pandemici nel giro di alcuni anni.
La società continua a monitorare costantemente tutti i principali KPI riguardanti l'andamento del servizio, dei passeggeri, degli incassi e del rapporto costo-ricavi.

(NEWS Traderlink)

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata

Condividi

Strumenti

Fnm