L'accordo tra Apple e Goldman Sachs è al capolinea.

29/11/2023 12:52

L'accordo tra Apple e Goldman Sachs è al capolinea.

L'accordo tra Apple e Goldman Sachs, che ha permesso di creare la Apple Card, si avvia verso la conclusione. Questa carta di credito, disponibile solo negli USA, offre la possibilità di finanziare acquisti all'Apple Store in 24, 12 o 6 mesi, senza aprire un finanziamento dedicato. Il servizio, attivo dal 2019, si è recentemente arricchito con Apple Card Savings, un conto risparmio che offre un tasso d'interesse annuo oltre il 4%. 

Le motivazioni

La conclusione della partnership sta sollevando interrogativi sul futuro di Apple nel settore fintech. Secondo il Wall Street Journal, Apple ha proposto a Goldman di interrompere il loro contratto esistente nei prossimi 12-15 mesi. Questa mossa riguarderebbe l'intera partnership con i consumatori, compresa la carta di credito introdotta nel 2019 e il conto di risparmio lanciato quest'anno. 

L'interruzione dell'accordo sorprende 

Questo sviluppo è piuttosto sorprendente, dato che solo un anno fa, le due aziende avevano rinnovato la loro partnership fino al 2029. Tuttavia, sembra che Goldman Sachs, forse a causa di perdite, abbia spinto per questa decisione. Goldman avrebbe anche avuto delle discussioni con American Express, esplorando la possibilità di cedere il programma a questa società di carte di credito. Nonostante alcune preoccupazioni espresse da American Express, l'idea di una nuova collaborazione tra Apple e Amex non è stata ancora completamente scartata. 

I candidati alla sostituzione di Goldman Sachs?

Tra i potenziali sostituti per la collaborazione con Apple emergerebbe Synchrony Financial (il più grande emittente di carte di credito per negozi negli USA). Sembrerebbe che la socità stia considerando l'opportunità di acquisire il programma di carte di credito. Synchrony, che in passato aveva fatto un'offerta per il programma di carte di credito di Apple in competizione con Goldman, ha cercato per anni di posizionarsi come emittente con stretti legami con le aziende tecnologiche, tra i quali figurano Amazon e PayPal.  Si vocifera, inoltre che Goldman Sachs abbia proposto ad Apple il nome di American Express, che tuttavia starebbe ponderando l'adesione al progetto Card a causa delle possibili perdite economiche.

Questa situazione rappresenta comunque un contrattempo per le ambizioni fintech di Apple. Tuttavia, rimane tutto aperto e sarà interessante vedere cosa succederà alle carte di credito e ai conti correnti. È molto probabile che Apple troverà un nuovo partner. Infine, Goldman ha annunciato a novembre ai suoi dipendenti l'intenzione di terminare un'altra collaborazione nel settore delle carte di credito, quella con General Motors.

(Redazione)

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata

Condividi

×
Directa - Visual Trader