Piazza Affari in rialzo: utility e rinnovabili al centro, FTSE MIB +0,4%

23/08/2023 09:57

Piazza Affari in rialzo: utility e rinnovabili al centro, FTSE MIB +0,4%
Piazza Affari chiude in positivo, con particolare attenzione sulle utility e il settore delle energie rinnovabili. FTSE MIB segna un incremento dello 0,4%. Anche gli altri principali indici italiani chiudono in verde: FTSE Italia All-Share e FTSE Italia STAR con un rialzo dello 0,4%, mentre FTSE Italia Mid Cap guadagna lo 0,1%. L'andamento positivo è condiviso con il resto delle borse europee: EURO STOXX 50, FTSE 100, DAX e IBEX 35 chiudono con un incremento dello 0,3%, mentre CAC 40 segna +0,2%.

Anche le previsioni per gli indici azionari americani sono al rialzo, con S&P 500 a +0,4%, NASDAQ 100 a +0,6% e Dow Jones Industrial a +0,3%. Nell'ultima sessione, invece, S&P 500 e Dow Jones Industrial hanno chiuso in flessione rispettivamente dello 0,28% e 0,51%, mentre NASDAQ Composite ha segnato un leggero incremento dello 0,06%.
Il mercato azionario giapponese mostra segnali positivi con Nikkei 225 che chiude con un incremento dello 0,48%, mentre le borse cinesi, nel complesso, hanno un andamento negativo; l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzen è a -1,6%, mentre l'Hang Seng di Hong Kong segna +0,3%.

L'euro è in flessione contro il dollaro, avendo toccato il minimo dal 15 giugno a 1,0812. Al momento la quotazione dell'EUR/USD è di circa 1,0825.
Il mercato dei BTP e lo spread mostrano un netto miglioramento. Il rendimento del decennale è al 4,19% (rispetto alla chiusura precedente a 4,34%), mentre lo spread sul Bund è a 164 bp (rispetto ai 167 della sessione precedente), dati MTS.
Le utility guadagnano terreno grazie alla nuova flessione dei rendimenti con Terna, Snam, A2A, Hera ed Enel tutte in rialzo. I gruppi attivi nella produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili sono in evidenza. A luglio, la produzione da eolico, idroelettrico e solare è aumentata notevolmente, secondo i dati comunicati da Terna. Il settore bancario è in rialzo, con BPER Banca, Finecobank, Banco BPM e Mediobanca tutti in verde.

In flessione invece Unipol Gruppo Finanziario che segna un -2,5% a 5,08 euro, dopo il peggiore rating da parte di Kepler Cheuvreux.
Tra gli appuntamenti macroeconomici di oggi sono attesi gli indici S&P Global-HCOB PMI manifatturieri e servizi dell'eurozona e del Regno Unito, l'indice della fiducia dei consumatori dell'eurozona e le vendite di abitazioni negli USA.

(NEWS Traderlink)

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata

Condividi

×
Directa - Visual Trader