TIM: NetCo al via, altra tappa verso la vendita della rete

27/11/2023 18:32

TIM: NetCo al via, altra tappa verso la vendita della rete

Nasce NetCo

Il titolo Telecom Italia guadagna terreno in Borsa dopo che venerdì dopo la chiusura del mercato il Gruppo TIM ha comunicato di aver varato "l’organizzazione della cosiddetta NetCo, il ramo d’azienda che verrà conferito in FiberCop al closing dell’operazione di cessione della rete fissa" a KKR.
Si tratta di un passaggio essenziale per arrivare al closing dell'operazione previsto per l'estate 2024. Approfittiamo quindi per riepilogare i tratti essenziali dell'accordo per la vendita della rete fissa raggiunto a inizio mese.

I dettagli dell'operazione con KKR

Il cda di Telecom il 5 novembre ha accettato l’offerta vincolante presentata dal private equity americano il 16 ottobre per NetCo, ovvero le attività relative alla rete fissa del gruppo TIM, inclusa FiberCop.

Quest'ultima controlla la cosiddetta rete secondaria ed è a sua volta controllata da TIM con il 58%, Fastweb con il 4,5% e dalla stessa KKR con il 37,5% e propone agli operatori di telecomunicazioni servizi di accesso passivi in fibra ottica Fiber-To-The-Home (FTTH) attraverso i quali collegare abitazioni, aziende e pubbliche amministrazioni alle proprie centrali di rete.

L'entrata in scena di ADIA

Il giorno dopo è stato sottoscritto il cosiddetto "transaction agreement": nel diritto commerciale è un accordo che definisce termini e condizioni della transazione che le parti si sono impegnate a realizzate.

In pratica una sorta di struttura all'interno della quale il processo di vendita si realizzerà in modo più snello ed efficiente. In quell'occasione è emerso che KKR sarà affiancato nell'acquisizione di NetCo da Azure Vista, società interamente controllata da Abu Dhabi Investment Authority (ADIA), fondo sovrano degli Emirati Arabi Uniti (indiscrezioni di stampa gli accreditano una quota del 10% nell'operazione).

La struttura dell'operazione

La vendita ha una struttura non semplicissima: dopo il varo della divisione NetCo (passaggio fondamentale in assenza del quale non esisterebbe l'oggetto del contratto) quest'ultima verrà conferita in Fibercop.

Entrerà poi in scena Optics BidCo, veicolo controllato da KKR (verosimilmente con la partecipazione di ADIA, ma non ci sono comunicazioni ufficiali su questo punto) che acquisirà la quota di TIM in Fibercop (pari come detto al 58%).

L'offerta KKR valuta NetCo 18,8 miliardi di euro, cifra che potrebbe salire fino a 22 miliardi in virtù del "potenziale trasferimento di parte del debito a NetCo e da earn-out legati al verificarsi di determinate condizioni".
In caso di esito positivo il gruppo TIM vedrà ridursi il proprio debito di circa 14 miliardi di euro dagli attuali 26,3 miliardi (21,2 miliardi after lease).

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata

Condividi

Argomenti

Debt

Strumenti

Telecom italia
×
Directa - Visual Trader