Traderlink
Cerca
 

Disabilità, Governo incontra le associazioni: le otto novità

25/02/2021 08:15

Arrivano grandi notizie sul tema invalidità e disabilità. La Ministra per le disabilità, Erika Stefani, ha incontrato nella giornata di ieri la FAND e della FISH.
Durante l’incontro sono state definite le proposte delle associazioni con lo scopo di indicare un’agenda delle priorità da presentare al Governo. Otto grandi novità in arrivo, si presume, dal mese di marzo. 

La Senatrice della Lega Erika Stefani e le associazioni

L’avvocata Erika Stefani faceva già parte del Governo Conte, ora, la Senatrice della Lega è la nuova ministra per le Politiche della disabilità, sotto il Governo Draghi-I.

Durante il primo governo Conte aveva presieduto agli Affari regionali e alle Autonomie.

La neo - Ministra per le Politiche della disabilità ha incontrato ieri i rappresentanti delle associazioni FAND, la Federazione tra le associazioni nazionali delle persone con disabilità e della FISH, Federazione Italiana per il superamento dell'handicap.

Ricordiamo che della FAND fanno parte: l’ANMIL, Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro; l’ANMIC, l’associazione che si occupa di tutelare e di rappresentare gli invalidi civili; l’UIC l’Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti; l’ENS, l’Ente Nazionale Sordi; l’UNMS, Unione Nazionale Mutilati per Servizio; l’ANGLAT Associazione Nazionale Guida Legislazioni Andicappati Trasporti e l’ARPA, Associazione Italiana per la Ricerca sulla Psicosi e l’Autismo. 

Governo, le prime parole della senatrice

Poco dopo l’incontro tra le associazioni della FAND e della FISH, la neo - Ministra per le Politiche della disabilità, ha pubblicato sui propri social network un post in cui venivano spiegati gli obiettivi a breve termine e la tipologia del percorso di lavoro per raggiungere in fretta i migliori risultati possibili.

Ecco le sue parole:

“L’obiettivo dell’incontro di oggi è avviare subito un percorso e un metodo di lavoro, per trovare insieme soluzioni concrete e condivise che porterò all’attenzione di tutti i ministeri coinvolti. Proprio per questo ho già avviato un’interlocuzione con i ministri della Salute, dei Trasporti, dell’Istruzione e del Lavoro.” 

Otto temi prioritari per la FAND

In questo incontro, svoltosi nella giornata di ieri 23 febbraio 2021, la FAND ha stilato un elenco di proposte e obiettivi su cui confrontarsi con il Ministero per le disabilità.

Le associazioni hanno illustrato alla Ministra Stefani, otto proposte per nuove politiche di garanzia sociale e per lo sviluppo inclusivo delle persone affette da disabilità e delle loro famiglie. La richiesta dell’associazione infatti è 

"Inserire le politiche per le disabilità negli obiettivi strategici del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e di stabilire un cronoprogramma degli interventi più urgenti"

Scopriamo insieme gli otto temi più importanti.

In primo luogo, abbiamo la Revisione organica delle provvidenze.

In questo punto intendiamo sia le provvidenze di carattere indennitario che quelle previdenziali. Queste possono essere rivolte a individui con disabilità o a caregiver (coloro che prestano assistenza alla persona con disabilità), anche per quel che concerne l’agevolazione amministrativa per le procedure di riconoscimento. 

Nel secondo punto troviamo la razionalizzazione e potenziamento dei fondi per la disabilità e la non autosufficienza. In questo modo l’associazione richiede più giustizia all’interno della struttura del welfare per garantire il corretto utilizzo delle spese dei fondi, rapportandoli ai beneficiari.

Occorre infatti una precisa indagine dei cittadini con disabilità su base regionale e nazionale.

Gli altri punti presentati al Governo

Pare assurdo scriverlo, ma al terzo punto della lista troviamo il Diritto al lavoro. Assurdo? Sì perché l’articolo 4 della Costituzione Italiana recita che:

“La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.
Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.”


Infatti, le associazioni richiedono una revisione organica dell’impiego mirato ed obbligatorio.

Questo in un contesto di strettissima collaborazione col Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e di ANPAL, l’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro. Propone poi, di osservare altri modelli avanzati dell’Unione Europea, che hanno avuto successo. 

Il quarto punto verte sulla Scuola, Università e il diritto allo studio.
Le associazioni chiedono a gran voce una revisione e un riadattamento della didattica, inclusa anche quella a distanza. La didattica, infatti, deve essere “accompagnata ed inclusiva” per tutti, dai più piccoli ai più grandi che frequentano le università. 

Le associazioni pretendono infatti che i servizi di sostegno alla didattica siano sviluppati e rafforzati.

La disabilità, infatti, non deve e non dovrà più essere un ostacolo al diritto all’istruzione che, come ci ricorda l’articolo 34 della Costituzione Italiana: “La scuola è aperta a tutti”. 

Il quinto e il sesto punto richiesto dalla FAND

Eliminazione delle barriere architettoniche e sensoriali.
C’è un estremo bisogno di migliorare la qualità della vita dei cittadini con disabilità, ma non solo la loro, occorre, infatti, migliorare la qualità della vita anche delle persone anziane che hanno una mobilità ridotta a causa dell’età e dei famigliari di questi.

Secondo l’associazione il Governo dovrebbe adottare delle misure che assicurino l’accessibilità e l’abbattimento delle barriere architettonico.

L’ideale, per le associazioni, sarebbe la riprogettazione del modello urbano, in modo da renderlo più inclusivo ed ecosostenibile. Il tutto anche grazie a un eventuale potenziamento e un ampliamento del c.d. bonus 110%, introdotto col DECRETO-LEGGE 19 maggio 2020, n.
34
.

Al sesto punto troviamo il tema della Mobilità e dei trasporti. Con questo punto non si vuole solo incentivare la ricerca, con lo scopo di progettare veicoli per la mobilità personale con prestazioni ottimali e sicure, ma anche garantire una piena accessibilità ai mezzi di trasporto pubblici e privati con una totale sicurezza sanitaria. 

L’antipatico evento della stazione Termini di Roma

Lo scorso 23 febbraio, un ragazzo disabile è stato costretto a scendere le scale in carrozzina, aiutato da altri concittadini, a causa di un guasto all’ascensore.

L’evento è stato riportato dalla stessa Ministra Erika Stefani sui suoi canali social. La ministra alla disabilità e senatore della Lega, ha così commentato l’accaduto:

“Mai come in questi casi la garanzia dei servizi è anche e soprattutto una questione di diritti e di lotta alle discriminazioni.
I disservizi generati da inefficienze rischiano infatti di impattare in maniera intollerabile sul diritto alla mobilità e all’accessibilità che un’azienda dei trasporti deve garantire.”

Per poi continuare:

"Fatti come quello accaduto a Termini dicono quanto sia assolutamente prioritaria l’attenzione, la cura e il rispetto per i temi della disabilità e l’attuazione di misure specifiche per una vera, reale e concreta inclusione."

Gli ultimi due punti sottoposti al Governo

La semplificazione della pubblica amministrazione: con la sicurezza di un efficace funzionamento degli uffici pubblici, che fanno riferimento alle necessità dei cittadini con disabilità e alle loro famiglie.

L’ottavo e ultimo, di certo non per importanza, punto, invece, verte sulla salute

Si può affermare che l’emergenza sanitaria portata dal Coronavirus ha fatto sì che le vite di 3,1 milioni le persone disabili, nonché il 5,2% del totale della popolazione italiana, secondo dati ISTAT, fossero messe in secondo piano. 

Occorrerebbe dunque una revisione e un rinnovamento dei Livelli essenziali di assistenza (LEA) e dei LEPS Livelli Essenziali delle Prestazioni Sociali.

Inoltre, sarebbe necessario una rivoluzione e un ag Fonte: News Trend Online

 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata


Condividilo!  

TAG:

Didattica


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


App Traderlink Cloud
Apple Store

Copyright © 1996-2022 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x