Italia: stima PIL 2023 all'1,3%

Maurizio Mazziero Maurizio Mazziero - 03/05/2023 10:00

Molto bene il PIL italiano nel 1° trimestre a 0,5%, che sorprende nella rilevazione preliminare Istat e va oltre le aspettative.

Questo dato positivo ci permette di alzare le stime del 2° e 3° trimestre al +0,4% mantenendo piatte quelle dell’ultimo trimestre (+0,0%).

Su base annua, grazie a una crescita acquisita dal 2022 pari a +0,8%, la nostra stima si porta all’1,3%.

L'andamento dell'economia italiana continua a mostrarsi vivace, pur in un contesto di rallentamento economico determinato anche dai rialzi dei tassi della BCE e delle altre banche centrali.

La conferma la si ottiene confrontando l'andamento del PIL nel 1° trimestre con quello dei partner europei: l'Italia con il suo +0,5% eguaglia la Spagna, ma mostra un progresso più che doppio della Francia 0,2% e molto superiore alla Germania (0,0%) e alla media dell'Eurozona (+0,1%).

 

STIMA DEBITO SINO A GIUGNO 2023

 

Il commento della Mazziero Research

Anche per il mese di marzo il debito dovrebbe risultare in forte aumento raggiungendo un nuovo record a 2.782 miliardi; a quel punto ci troveremmo con 20 miliardi di debito in più accumulati nei soli primi tre mesi dell'anno.

Pur con una pausa nel mese di aprile la corsa continuerebbe sino a giugno che stimiamo tra 2.790 e 2.811 miliardi.

Nel Documento di economia e finanza (DEF) il Governo stima un debito a fine anno a 2.870 miliardi.
 

Il grafico presenta con una linea rossa i dati ufficiali pubblicati da Banca d'Italia, e prosegue in grigio con i valori stimati dalla Mazziero Research.
La tabella di affidabilità indica le differenze tra i valori ufficiali e le stime precedentemente fatte dalla Mazziero Research.

 

I dati ufficiali
Debito pubblico:  2.772 miliardi (forte aumento – nuovo record)
Relativo a: febbraio 2023
Pubblicato il: 14 aprile 2023

 

STIME Mazziero Research
La stima a marzo 2023
2.782 miliardi (forte aumento – nuovo record)
Intervallo confidenza al 95%
compreso tra 2.774 e 2.790 miliardi
Dato ufficiale verrà pubblicato il: 15 maggio 2023

La stima a giugno 2023
Compreso tra 2.790 e 2.811 miliardi
Intervallo confidenza al 95%
Dato ufficiale verrà pubblicato il: 16 agosto 2023

 

SCADENZE TITOLI DI STATO - Mese di maggio impegnativo

 

 

Il grafico riporta l’ammontare dei titoli in scadenza sino a dicembre 2023.

Come si può notare vi sono mesi piuttosto impegnativi in particolare maggio e agosto con importi oltre i 40 miliardi. 

Soprattutto agosto non potrà essere completamente rinnovato, ma generalmente il Tesoro anticipa le emissioni evitando di caricare troppo in un mese poco liquido dal punto di vista finanziario.

 

GRAFICO DEI RATING E CALENDARIO 2023

DBRS ha confermato il rating BBB high stabile il 28 aprile.

A maggio si pronunceranno Fitch e Moody’s, quest’ultimo ha espresso la possibilità di una revisione al ribasso che porterebbe il rating in zona Bond spazzatura.

Non si può escludere che il buon andamento del PIL del 1° trimestre limiti questa possibilità.

Il grafico mostra le differenti valutazioni tra le varie agenzie, mentre sotto viene riportato il calendario sino a fine anno.

 

In libreria dal 5 maggio la 2° edizione del Best Seller “Investire in materie prime” pubblicato da Hoepli completamente aggiornato dopo pandemia Covid-19, crisi delle catene delle forniture, conflitto russo-ucraino, crisi energetica e rialzo degli agricoli.

Oltre 100 pagine in più con molte sezioni ampliate (es. COT e gas naturale) e altre completamente nuove come Uranio, Idrogeno, contratti su acqua e meteo; aggiornati i link alle fonti informative.

In uscita il 5 maggio è possibile pre-ordinarlo per averlo subito ed evitare che l’iniziale richiesta azzeri la scorta.

È consigliabile prestare attenzione a non acquistare il vecchio, controllando che abbia la copertina flessibile come la figura (Link per l'acquisto)

 

 

Report a cura di Maurizio Mazziero

www.mazzieroresearch.com

 

Condividi

Questi ti potrebbero interessare

La Fed non dispone di una teoria sull'inflazione

Gaetano Evangelista

La Fed non dispone di una teoria sull'inflazione

16/05/2024 17:01

Dello stesso argomento:

DEBITO

Debito pubblico: si riparte!

Maurizio Mazziero

Debito pubblico: si riparte!

03/04/2024 09:45

PIL e debito cosa ci aspetta nel 2024

Maurizio Mazziero

PIL e debito cosa ci aspetta nel 2024

06/02/2024 15:25

Newsletter

Newsletter settimanale

Ricevi ogni venerdì notizie e approfondimenti sui principali argomenti di borsa e finanza della settimana, comodamente nella tua casella di posta.