Europa: nuove leggi per regolare l'ambiente digitale

Redazione Traderlink Redazione Traderlink - 21/11/2023 15:48

L'Europa ha recentemente introdotto due nuove leggi per regolare l'ambiente digitale: il Digital Service Act (Dsa) e il Digital Markets Act (Dma). Il Dsa si concentra sulla regolamentazione dei servizi e dei contenuti offerti su Internet, mentre il Dma si concentra sulle relazioni tra le grandi piattaforme tecnologiche e le aziende che operano su queste piattaforme. Il Dma, in particolare, si applica ai cosiddetti "gatekeeper", le piattaforme che controllano i punti di accesso al mercato digitale e collegano un gran numero di utenti business con gli utenti finali (consumatori). 
 

La nuove regole

La legislazione europea definisce i gatekeeper come piattaforme che hanno un impatto significativo sul mercato europeo, che giocano un ruolo importante nel collegare gli utenti business con i loro consumatori e che mantengono questa posizione di controllo in maniera duratura. La legge presume che siano gatekeeper le piattaforme digitali che hanno almeno 45 milioni di utenti finali e 10 mila utenti business in Europa e che hanno un valore di mercato e un fatturato significativi: almeno 75 miliardi di euro di capitalizzazione o almeno 7,5 miliardi di euro di fatturato nell'Unione europea. 
 

Per la prima volta, il mercato digitale è regolato come lo sono i mercati delle telecomunicazioni, dell'energia e dei servizi finanziari. Le società con una significativa quota di mercato si trovano ora ad avere l'obbligo di aprire i propri servizi per consentire ad altri di competere senza partire svantaggiati. Un altro importante cambiamento è l'introduzione di un singolo ente regolatore a livello europeo, la Commissione europea, che vigila sul rispetto delle norme. Questo significa che nessuna autorità nazionale può avviare un'indagine parallela quando la Commissione europea interviene. 

 

Tra le nuove regole, spiccano il divieto di combinare i dati da un servizio all'altro senza il consenso dell'utente, l'obbligo di non discriminazione sulla piattaforma e l'interoperabilità dei servizi di messaggistica. Inoltre, i gatekeeper dovranno notificare tutte le future acquisizioni alla Commissione europea. 

In caso di violazione delle regole, sono previste pesanti sanzioni, che vanno dal 10% al 20% del fatturato globale e possono arrivare fino allo scorporo di parti dell'azienda. Queste sono le stesse sanzioni previste in caso di abuso continuato di posizione dominante. 

 

Le aziende gatekeeper

A settembre, sono stati designati i gatekeeper: Apple, Google, Meta (la società madre di Facebook), TikTok, Amazon e Microsoft. Da quel momento, queste aziende sono state messe in guardia per adeguarsi alle regole del Dma entro il prossimo 7 marzo. 

Il Dsa e il Dma rappresentano una svolta importante, destinata a cambiare radicalmente l'esperienza degli utenti digitali. Il Dsa protegge i consumatori dagli abusi online, mentre il Dma mira a creare un ambiente più equo per le aziende. Entrambi sono essenziali per beneficiare della "bussola regolamentare europea".

 

(Redazione)

Condividi

Scelti dalla redazione

Ftse Mib: le quotazioni potrebbero ancora scendere

Alessandro Aldrovandi

YouTube Ftse Mib: le quotazioni potrebbero ancora scendere

16/04/2024 15:25

Naviganti avvisati, mezzi salvati

Pierpaolo Scandurra

Naviganti avvisati, mezzi salvati

16/04/2024 15:17

Newsletter

Newsletter settimanale

Ricevi ogni venerdì notizie e approfondimenti sui principali argomenti di borsa e finanza della settimana, comodamente nella tua casella di posta.