Anno record nel 2023: i dati di Directa confermano il successo raggiunto

08/01/2024 08:22

Anno record nel 2023: i dati di Directa confermano il successo raggiunto
Directa ha chiuso il 2023 con risultati record. Al 31 dicembre 2023, i conti attivi erano 78.132, registrando un aumento del 27% rispetto all'anno precedente. Gli asset complessivi della clientela hanno raggiunto quasi i 4,7 miliardi di euro, con una crescita del 35% circa. La Società ha inoltre acquisito oltre 16.000 nuovi clienti, segnando l'incremento più importante della sua storia.
Nonostante la dismissione delle attività con la clientela istituzionale, che ha comportato una diminuzione della liquidità di circa 250 milioni e degli asset di oltre 180 milioni rispetto all'inizio dell'anno, gli asset della clientela sono comunque cresciuti complessivamente di circa 1,2 miliardi di euro, passando dai 3,5 miliardi di fine 2022 ai 4,7 miliardi di fine 2023.

È interessante notare che la liquidità della clientela retail, nonostante non sia remunerata, è aumentata di ulteriori 40 milioni di euro (+13%) nell'anno, nonostante la presenza di offerte sempre più vantaggiose di depositi remunerati presso altri intermediari. Il numero totale di ordini eseguiti è stato leggermente superiore a 4 milioni, registrando un lieve calo del 4,1% rispetto al 2022.
Sui mercati "cash" domestici, che rappresentano oltre il 50% dell'operatività di Directa, gli eseguiti sono stati superiori a 2,2 milioni, con una leggera diminuzione del 2,6% rispetto all'anno precedente. Tuttavia, i volumi intermediati hanno registrato una crescita significativa del 16%, raggiungendo quasi i 30 miliardi di euro complessivi, principalmente grazie all'aumento del comparto obbligazionario che ha più che raddoppiato il suo controvalore.

Anche nel 2023, Directa ha ottenuto una performance migliore rispetto a Borsa Italiana sui mercati "cash". Nei primi 11 mesi dell'anno, Borsa Italiana ha registrato un calo del 10,1% sugli ordini eseguiti, mentre ha segnato una lieve crescita del 4% sui volumi. Per quanto riguarda l'operatività sui futures, l'andamento è stato contrastato, con una diminuzione complessiva degli eseguiti del 6,3%. Tuttavia, ciò è stato parzialmente compensato dagli aumenti degli scambi su Eurex e Cme, entrambi in controtendenza.

Il presidente della Società, Prof. Massimo Segre, ha commentato i risultati dichiarando: "Anche il 2023 è stato un anno significativo per Directa. Ringrazio innanzitutto i clienti che hanno voluto premiarci con la loro fiducia e poi tutti i collaboratori, di ogni livello, per l'impegno e la professionalità dimostrata".

(NEWS Traderlink)

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata

Condividi

Argomenti

Asset

Strumenti

-retail-