Traderlink
Cerca
 

Quale il target per lo S&P500, e da conseguire quando?

11/02/2021 15:44

Se il denaro disponibile per tutti a condizioni favorevoli, è fattore determinante per l’emergere delle manie speculative; ne consegue che soltanto un aumento dei tassi può far scattare quei meccanismi che spingono gli investitori a liquidazioni forzate.

In una seduta transitoria, il Dow Jones consegue un nuovo massimo storico, grazie alle rassicurazioni giunte dalla Federal Reserve circa il mantenimento dell’attuale politica monetaria ultra-accomodante per gli anni a venire. Si discute animatamente se la borsa americana sia sopravvalutata ed in quale misura; e se casomai non sia in bolla.
Ciò su cui bisognerebbe concordare è invece un altro aspetto: tutte le bolle speculativa della storia, sono esplose non prima di un sensibile e duraturo aumento dei tassi di interesse. Il che appare logicamente coerente: se il denaro disponibile per tutti a condizioni favorevoli, è fattore determinante per l’emergere delle manie speculative; ne consegue che soltanto un denaro a caro prezzo può far scattare quei meccanismi che spingono gli investitori a liquidazioni forzate. Sotto questa prospettiva, Powell conforta: l’inflazione dovrà salire molto, e per molto tempo, prima che la Fed porti via il carrello con gli alcoolici.
Vedremo se alle parole seguiranno i fatti. Nel frattempo l’ispessimento a cadenza pressoché giornaliera delle aspettative inflazionistiche – su cui stiamo lavorando molto in queste settimane sul Rapporto Giornaliero – erode i rendimenti reali, sempre più in territorio negativo; a tutto vantaggio delle attività di rischio. Ieri ci siamo soffermati sugli obiettivi di prezzo su cui puntiamo per lo S&P500 nelle tempistiche ideali già delineate nell'Outlook di inizio anno.
In prospettiva strategica, però, restiamo del parere che altri listini azionari mondiali possano fare meglio: è sensato spalmare tuttora l’esposizione suggerita dal modello di asset allocation - da novembre al 75% del portafoglio - in parti uguali fra Stati Uniti, Europa, borse emergenti e Giappone. Un tema di investimento che evidentemente poggia sulla convinzione che l’espansione economica globale sia destinata a farci compagnia, anch’essa, fino alla prossima primavera.

Articolo a cura di Gaetano Evangelista
www.ageitalia.net

 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Economy Federal reserve Investment Maximum

AUTORI:

Gaetano evangelista

GRAFICI:

Dow jones S&p 500

TRADERPEDIA:

Inflazione Interesse Investitori Le bolle speculative


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


App Traderlink Cloud
Apple Store

Copyright © 1996-2021 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x