Primi scricchiolii nel granitico rialzo

Stefano Fanton Stefano Fanton - 12/04/2024 16:07

Il 2 aprile il nostro indice ha, di fatto, modificato la “qualità” del rialzo iniziato a febbraio. Apertura quasi sul massimo e chiusura sui minimi. E il tutto a ridosso dei 35.000 punti.

Ovviamente molti aspettavano quasi con trepidazione un alleggerimento della forza direzionale dell’indice, uno scarico dell’ipercomprato, per rientrare o per avere dei livelli tecnici ai quali approcciare. Questo segnale di debolezza non è però quasi mai il più interessante operativamente, il recupero dello storno e poi il successivo calo sotto i minimi precedenti è ben altra cosa.

Qui, un investitore attento ai mutamenti coglie l’incremento del rischio e va ad analizzare come e se avviene una certa rotazione dei titoli. Un investitore attento e poco confidente con il rischio chiude parte delle posizioni mentre un investitore confidente col rischio può aprire posizioni short con la certezza di poter identificare un punto di swing che fungerà da stop. Appunto i massimi del 2 aprile.

Nessuno ovviamente ha la sfera di cristallo, tuttavia l’aumento della rischiosità e il deterioramento qualitativo del movimento questa volta sono ben dipinti nei grafici degli indici e dei titoli.

Sono le prime gocce di sangue nella vasca degli squali, capaci di allertare i trader più sensibili. Qualche altra giornata di reazione positiva in apertura e chiusura sui minimi muteranno il sentimenti di breve, in questa fase il tempo di recupero è importante quanto i livelli tecnici, se il rialzo diventa timido gli short acquisiranno coraggio.

Come investitori dinamici siamo chiamati a ipotizzare scenari e poi ad attendere i segnali di conferma, è un paziente lavoro di attesa che a volte si trasforma in un trade e a volte in semplice attesa consapevole.

Come per Amazon che sto seguendo da settimane in agguato e sul quale non si scorgono ancora segno di debolezza. Per comodità del lettore riporto le precedenti analisi.

Aggiorniamo alcune strategie iniziando da quella su Amazon che ripropongo:

PRIMA ANALISI

Amazon è un titolo che non necessita certamente di alcuna presentazione, tuttavia vale la pena osservare l’andamento dei prezzi del titolo di lungo periodo.

Per comodità posto il link in USD di Investing.com ma il EUR il livello grafico, pur cambiando quello numerico, è il medesimo.

https://it.investing.com/equities/amazon-com-inc-chart

Come è possibile notare siamo proprio a ridosso del massimo storico del titolo e proveniamo da un rialzo robusto e continuo che ha portato i prezzi da poco più di 80 dollari ai valori attuali. E con sole 2 barre mensili negative dal gennaio 2023.

Una zona di massimi importanti dove i Reverse Bonus Cap possono essere interessanti.

Inizio portando l’attenzione su DE000HC92K97 , prodotto adatto a trader aggressivi che possono aspettare l’eventuale storno e sfruttarlo operativamente con questo prodotto. Che è pure QUONTO e quindi immune alle variazioni del dollaro. Il principale difetto di questo prodotto è la barriera, posta a 193,368 USD (il titolo quota 174,5) e quindi appena un 10,8% dai prezzi attuali. Operazione da cecchini da pianificare se in mercato inizia a stornare globalmente perché i numeri del bonus potenziale sono interessanti. Bonus a 122, si compera a 78, rendimento potenziale del 55% con scadenza il 19 settembre 2024. Annualizzato è quasi il 100%

Non si tratta quindi del classico prodotto da investimento ma di un trade potenziale da valutare se il mercato inizia a dare segni di debolezza, magari con una barriera che nel frattempo si è allontanata dai prezzi limando rendimento ma anche rischio. Su Amazon, nella gamma Unicredit, Bonus Cap e Topo Bonus, complice il trend del titolo, hanno rendimenti attesi nell’ordine del 5% annuo.

Non si tratta certo di una prima scelta, è però un certificato perfetto da seguire ricercando uno scenario immaginato su Amazon, lo storno in prossimità dei suoi massimi assoluti.

 

AGGIORNAMENTO

Il titolo sul grafico settimanale non accenna debolezza, tuttavia a un rialzo sostenuto si è sostituita una lateralità rialzista, forza ma alternata da debolezza in maniera minore. I prezzi del titolo sono in prossimità di quota 180, poco sopra i 174,5 del commento precedente. E la resistenza è sempre la stessa, forte, visibile.

Il Reverse Bonus Cap DE000HC92K97 ha limato la sua quotazione a 73,5 perdendo un paio di punti e riducendo la distanza dalla barriera a poco meno di 8 punti percentuali.

Questo prodotto è il perfetto caso scuola di Reverse Bonus Cap da “agguato”, da caricare in portafoglio quando e se il mercato e Amazon nel dettaglio creeranno situazioni di debolezza visibili sul grafico settimanale o cambi di volatilità e direzionalità repentini sul giornaliero. E’ un prodotto, in  questa situazione tecnica, da speculatore smaliziato, non certo da investimento, tuttavia vale la pena seguirlo per comprendere come si può agire o attendere in situazioni di questo tipo.

Ore il bonus è del 65% e annualizzato è un 130% circa, scadenza  il 19 settembre 2024.

 

TORNIAMO AL MOMENTO ATTUALE

Ipotizzavo la presenza di un segno di debolezza del titolo per prendere posizione sul titolo con un REVERSE BONUS CAP, segno che non c’è stato e non c’è ancora.

Anzi, Cap DE000HC92K97 ora quota 63 e dista appena il 2% dal livello barriera. E’ un certificato che vi consiglio di seguire a livello didattico per vedere come si comporterà sul probabile tocco del livello barriera e sull’eventuale recupero successivo. Recupero che non porterà alcun bonus in dote essendo questo REVERSE BONUS CAP dotato di barriera al tocco. Come per i BONUS CAP per capirci.

E quindi, strategia attendista che ha portato a una perdita di tempo? No, valgono esattamente le stesse considerazioni fatte precedentemente, solo che questo prodotto non è più una scelta rischiosa ma è NITROGLICERINA pura! Fortunatamente escono nuove emissioni di continuo e il nostro prodotto di riferimento diventerà DE000HD48CQ5, REVERSE BONUS CAP emesso il 3 aprile 2024 e quindi recentissimo e con quotazione di 96 in lettera con Amazon a 189. Scadenza il 12/12/24, barriera a 231,79 (22,4%) e bonus potenziale a 115,5. Tradotto in % è circa il 20, annualizzato il 30%.

 

Non si tratta certamente di rendimenti esplosivi come per il precedente prodotto, ma qui la barriera è decisamente più ampia. Anche in questo caso si tratta di un prodotto da “agguato” da considerare interessante in caso di storno o di debolezza del sottostante, accompagnata preferibilmente da una fase di ribasso anche dell’indice di riferimento. E’ però interessante comprendere come la scelta di un certificato sia sottoposta a un setaccio di condizioni capace di scartarne molti. Attendiamo debolezza quindi, lo scenario ideale rimane il re test dei massimi con magari una piccola fiammata e poi un segnale di inversione. Ecco quindi che questo prodotto diventerebbe molto interessante.

 

Proseguiamo con RIVIAN, vi rimando ai precedenti numeri della rubrica per le logiche operative.

DE000HC7SRH4 ora quota 100, è arrivato anche a 113 e lo seguiamo da 104,5. Come già detto la tendenza ribassista non si è ancora fermata ma ci troviamo su livelli interessanti. O recupera quota 10 entro pochi giorni, e allora il prodotto è ottimo per un trade anche veloce, o si rimanda il tutto a tempi migliori. Peccato perché era un prodotto con del potenziale, il calo del titolo è stato assorbito molto bene dal certificato grazie a una vita residua ridotta.

 

Proseguiamo con SNAP. Vi rimando sempre ai numeri precedenti.

DE000HC7SRK8, un Top Bonus su Snap con scadenza il 20 giugno 2024, continua ad essere un ottimo prodotto, rende poco ormai ma annualizzato è pur sempre un pregevole 19% con quasi 40 punti di barriera. Mi piace molto. Anche per questo titolo è giunto il momento di un nuovo prodotto, DE000HC5KY58 è una nuova emissione, barriera al 38% a 7,007 e scadenza il 19/9/24. Bonus potenziale a 135, un 11% che equivale a un 25% su base annua con il prodotto a 122.

 

Proseguiamo con NEXI.

Nexi mantiene un trend di debolezza dopo il ribasso notevole a seguito della notizia che il fondo Singapore Gic ha venduto il suo 2,5% a 5,83 euro/azione. Non una bella notizia per NEXI, tuttavia il prodotto che abbiamo visto precedentemente ha barriera a 4,438 e ora, complice il ribasso del titolo, diventa interessante come rendimento potenziale. DE000HC2V6V1 Top Bonus su NEXI con barriera al 19,4% (4,438) con il titolo a 5,485. Scadenza il 12/12/24, bonus a 119 e prezzo a 101. Il rendimento potenziale segue la volatilità del sottostante e quindi parliamo di un 17,5% che annualizzato è un 26,22%.

Attenzione però, anche in questo caso è necessario che il trend ribassista di segnali di stanchezza o meglio di inversione. Oppure se ne riparlerà in prossimità di quota 5.

 

Aggiungo una nuova emissione su NVIDIA, un REVERSE BONUS CAP: DE000HD48CV5

Scadenza il 12/12/24, prezzo a 105 e bonus potenziale a 131,5. La barriera è a 1203,293 USD con il titolo a 896, è un 34% con un rendimento potenziale del bonus al 24% (37% annualizzato).Anche per questo prodotto valgono esattamente le considerazioni fatte per Amazon, ne ricalca logiche e dinamiche.

 

Segnalo, sempre per chi ha una view di debolezza o di futuro ribasso sul Nasdaq, un nuovo REVERSE BONUS CAP, DE000HD48CE1 da confrontare con la vecchia emissione DE000HC92M53

20% di barriera per il primo, 11 per il secondo. Bonus potenziali del 24 e del 31% con scadenza a fine 2024 per entrambi.

 

Tra le nuove emissioni è difficile ignorare il REVERSE BONUS CAP su Tesla, DE000HD48CW3 e la sua controparte il TOP BONUS DE000HD48E99

Entrambi quotano circa 100, il primo scade il 12/12/24 mentre il secondo il 19/6/2025. Entrambi con barriera al 33% circa, davvero una bella combo!

 

Concludo questo numero ricco di REVERSE BONUS CAP con un ulteriore prodotto della categoria, su TENARIS.

Per DE000HC92L70  abbiamo una quotazione di 89,5, scadenza il 20 giugno 2024, barriera a 19,3765 (17,7%) e bonus potenziale a 112,5 (25%, 134% annualizzato). Davvero un interessante prodotto aggressivo.

 

Tratterò gli approfondimenti di questi e di altri prodotti nel webinar mensile di aggiornamento con Unicredit. Queste le prossime date e il link per seguirli:

Mercoledì 17 aprile

Giovedì 30 maggio

Giovedì 25 luglio

Giovedì 5 settembre

Giovedì 17 ottobre

Giovedì 21 novembre

Giovedì 12 dicembre
 

Per registrarsi : https://register.gotowebinar.com/register/1390054682568318476

 

VARIE
1) Il gruppo FB che amministro, Traderpedia - Gruppo di discussione sul trading è stato creato per discutere di analisi tecnica e di questa rubrica. Iscrivetevi se volete aggiornamenti della rubrica in real time o se semplicemente volete discutere di analisi tecnica, siamo già 10.727 https://www.facebook.com/groups/traderpedia/

 
2) La nuova sede Traderpedia di Mestre è operativa, la trovate su GOOGLE MAPS digitando TRADERPEDIA, potrete così leggere le recensioni dei nostri corsi ed eventualmente lasciare la vostra. Organizziamo dei corsi di formazione sia a mercati aperti che di base o di lettura dei grafici secondo La Via del Prezzo. Maggiori info scrivendo a stefano.fanton@traderpedia.it
 
3) Sulla Main page Traderpedia il calendario completo della nostra attività di formazione. 
http://www.traderpedia.it/wiki/index.php/ Pagina_principale#Traderpedia_Formazione

 

Informazioni sul produttore delle raccomandazioni »

Condividi

Questi ti potrebbero interessare

Newsletter

Newsletter settimanale

Ricevi ogni venerdì notizie e approfondimenti sui principali argomenti di borsa e finanza della settimana, comodamente nella tua casella di posta.