Calendario macro: i market mover della settimana

Rossana Prezioso Rossana Prezioso - 03/12/2023 16:54

Quella che si apre in queste ore è una settimana particolarmente interessante dal momento che pur non essendo ricca di eventi presenta appuntamenti decisivi come, ad esempio, i dati PMI di novembre di zone economicamente rilevanti come USA e Cina. Ma non solo, durante la settimana saranno resi noti anche i risultati delle rilevazioni del PIL Eurozona e Giappone (tra giovedì e venerdì). Fari puntati anche sul mondo del lavoro statunitense con gli occupati ADP di novembre e con il tasso di disoccupazione rispettivamente mercoledì e venerdì). Per l’Italia, invece, la giornata clou sarà giovedì con la pubblicazione dei dati di ottobre su produzione industriale e vendite al dettaglio. 

Lunedì: occhio alla Germania 

A dare il via alla serie dei dati macro sarà la Germania con la sua bilancia commerciale di ottobre. Rimanendo sempre in Europa sarà poi la volta della Spagna con la disoccupazione di ottobre. Non mancheranno dati anche per l’Eurozona che su dicembre potrà considerare il suo indice Sentix, ovvero l’indice che testa l’umore di investitori ed analisti nella zona della moneta unica. Chiuderanno i giochi, almeno per questa prima giornata, gli USA con gli ordini all’industria di ottobre 

Martedì: si parte con i PMI

Sarà martedì il giorno dei PMI di novembre. Si farà perciò un salto in Cina (servizi Caixin) in attesa, nella tarda mattinata di quelli europei (composito e servizi) e, nel pomeriggio, di quelli statunitensi (composito e servizi). Per il Vecchio continente, però, ci saranno in arrivo anche le rilevazioni sui prezzi ala produzione di ottobre mentre dagli USA arriveranno anche i dati dell’indice ISM non manifatturiero (novembre) riguardanti lo stato di salute del settore dei servizi negli Stati Uniti.

Mercoledì: settore lavoro USA 

Stati Uniti in prima fila con le attese per la situazione sul mondo del lavoro e in particolare con il numero degli occupati nel settore privato a novembre. A questi si affiancheranno i dati del terzo trimestre per la produttività, e quelli, sempre dello stesso periodo, sul costo unitario del lavoro. Per quanto riguarda i dati settimanali sarà la volta delle scorte di petrolio mentre la bilancia commerciale a stelle e strisce sarà inquadrata su ottobre. Per quanto riguarda l’Europa è da segnalare il dato sulle vendite al dettaglio di ottobre e, per la Germania, quello sugli ordini all’industria. 

Giovedì: agenda tricolore

Chi segue l’economia tricolore prenda carta e penna perché giovedì ci sarà da controllare, oltre alle vendite al dettaglio di ottobre anche la produzione industriale misurata sullo stesso mese. Il tutto, però, sarà anticipato dalla Francia con lo stato della bilancia commerciale e delle partite correnti (entrambe di ottobre). In lista, dagli USA, le vendite e le scorte all’ingrosso di ottobre e le richieste settimanali dei sussidi di disoccupazione e quelle degli stoccaggi gas. 

Venerdì: ancora USA 

La giornata parte con i primi dati in arrivo dall’Asia e nello specifico dal Giappone con il PIL del terzo trimestre e, per l’Europa, attenzione per l’inflazione armonizzata (novembre) in arrivo dalla Germania. Infine dagli USA, da segnalare il tasso di disoccupazione di novembre oltre al dato sulla fiducia dei consumatori per dicembre misurato dall’Università del Michigan. 

 

 

Condividi

Questi ti potrebbero interessare

Calendario macro: i market mover della settimana

Rossana Prezioso

Calendario macro: i market mover della settimana

04/03/2024 08:14

Calendario macro: i market mover della settimana

Rossana Prezioso

Calendario macro: i market mover della settimana

26/02/2024 08:35

Argomenti

Inflazione Pil

Scelti dalla redazione

Risiko bancario in vista?

Pierpaolo Scandurra

Risiko bancario in vista?

29/02/2024 13:50

Newsletter

Newsletter settimanale

Ricevi ogni venerdì notizie e approfondimenti sui principali argomenti di borsa e finanza della settimana, comodamente nella tua casella di posta.

×
Directa - Visual Trader