Europa e Stati Uniti: il panorama economico per il nuovo anno

Redazione Traderlink Redazione Traderlink - 04/01/2024 11:47

Alcuni esperti finanziari ritengono che nel 2024 ci potrebbe essere un rilancio delle azioni europee. L’indice borsistico europeo MSCI Europe si presenta con interessanti valutazioni, con un PE a termine di 12,5, inferiore ai valori medi. La crescita degli utili previsti per i prossimi due anni è del 6% nel 2024 e del 9% nel 2025. Interessante anche il rendimento da dividendi previsto, al 3,7%, mentre i riacquisti di azioni proprie stanno diventando sempre più rilevanti nel mercato europeo, in particolare grazie al settore bancario e energetico. 

Europa settori in evidenza

Le prospettive per il 2024 appaiono positive per il settore bancario europeo. I prezzi delle azioni non riflettono la sostenibilità dell’aumento degli utili/ROE rispetto al ritorno dei tassi di interesse positivi. La maggior parte del settore scambia ancora a un valore al di sotto di quello contabile, nonostante il rendimento del patrimonio netto tangibile sia tra il 12% e il 20%. 

Il settore dell’energia presenta caratteristiche simili a quelle del settore bancario. Le valutazioni sono bassissime rispetto ai dati storici e i rendimenti di cassa sono alti grazie ai dividendi e ai riacquisti di azioni proprie. Le società europee dell’energia avranno un ruolo fondamentale nella transizione energetica. La transizione energetica richiederà le competenze tecniche e il peso finanziario di queste società. 

Oltre alle banche e all’energia, un’altra area di interesse sono i semiconduttori e le società tecnologiche esposte agli investimenti in semiconduttori, come Infineon, STM, ASM International, BE Semiconductor e Atlas Copco. 

La decarbonizzazione e la transizione verso l’energia netta zero rappresenteranno opportunità di guadagno per diversi settori. I titoli esposti al processo di elettrificazione comprendono Prysmian, Schneider, oltre a Infineon e STM. Tra i titoli esposti all’idrogeno verde e blu troviamo Linde, Atlas Copco e le posizioni nel settore dell’energia. 

La transizione verso l’energia netta zero richiederà un aumento consistente degli investimenti fissi fisici, un fattore trainante per molte delle società in portafoglio. Oltre a queste, altre posizioni di interesse sono rappresentate da Ryanair, Volvo Trucks, Novo Nordisk e Inditex. Ryanair, ad esempio, ha una posizione di mercato molto solida nei voli a breve distanza in Europa, e sta attraversando una fase di rinnovamento della flotta in un momento di scarsa offerta nel settore aereo. Novo Nordisk sta facendo progressi grazie alla domanda crescente di farmaci per la perdita di peso e per i risultati positivi delle sperimentazioni cliniche concentrate su malattie cardiovascolari e renali.

Le prospettive per gli USA

Nel 2023, quando i tassi di interesse a lungo termine sono aumentati e quelli dei Treasury a 10 anni si sono avvicinati al 5%, gli investitori hanno iniziato a vendere in massa titoli azionari, deprezzando il valore del mercato azionario americano. Tuttavia, con la riduzione dei tassi di interesse a lungo termine a novembre, e il rinnovato ottimismo dopo la riunione della Federal Reserve di dicembre, il mercato azionario ha visto un notevole rialzo. 

Secondo l'analisi di Morningstar, basata su oltre 700 titoli negoziati sulle borse statunitensi, il mercato USA veniva scambiato a un rapporto Prezzo/Fair value di 1, indicando che il mercato è in linea con le valutazioni dell'analista. Per il 2024, si prevede un anno di ripresa economica e normalizzazione del comportamento dei consumatori. Nonostante un rallentamento previsto del tasso di crescita economica e una possibile saturazione del mercato azionario, ci sono ancora numerose aree sottovalutate che offrono interessanti opportunità di investimento. 

Small cap e colossi statunitensi

I titoli di piccole capitalizzazioni sembrano i più attraenti, con un tasso di sconto del 16%, seguiti da quelli di media capitalizzazione, scontati del 6%. I titoli value, scontati del 10% rispetto al fair value, sembrano essere la scelta migliore per gli investitori di lungo termine. D'altra parte, il segmento blend appare sopravvalutato, mentre quello growth sembra essere in linea con le valutazioni. Guardando alle singole società, Alphabet è l'unica delle "Magnificent Seven" (Apple, Amazon.com, Alphabet, Meta Platforms, Microsoft, Nvidia e Tesla) che continua ad essere sottovalutata. Apple appare invece sopravvalutata, mentre le altre cinque società sono in linea con il loro fair value. 

Guardando alle valutazioni storiche della Morningstar, i titoli di piccola capitalizzazione continuano a essere quelli con lo sconto più alto, un trend che si registra dal 2010. Questi titoli, che hanno sofferto durante la pandemia e l'aumento dei tassi di interesse, potrebbero rappresentare un'opportunità di investimento interessante. Considerando i settori, la tecnologia è stata particolarmente volatile durante il 2023, passando da sottostimata a sovrastimata più volte. Il settore immobiliare continua ad essere significativamente sottovalutato, mentre il settore delle telecomunicazioni appare come il più sottovalutato. 

Economia e inflazione 

Sul fronte economico e della politica monetaria, l'economia degli Stati Uniti ha continuato a resistere alla politica monetaria restrittiva nel 2023, con un Pil reale che è salito al 5,2% nel terzo trimestre. Tuttavia, si prevede che l'economia subirà un rallentamento a causa dell'aumento dei tassi di interesse, della politica monetaria restrittiva e della stretta sui prestiti. L'inflazione, che ha seguito una tendenza al ribasso nel 2023, dovrebbe continuare a moderarsi nel corso del 2024 e del 2025. La FED, di fronte a un rallentamento della crescita economica e a un calo dell'inflazione, potrebbe essere spinta a allentare la politica monetaria e ad abbassare i tassi di interesse, forse già a marzo 2024.

(Redazione)

Condividi

Questi ti potrebbero interessare

Venti di Guerra.

Giovanni Lapidari

Venti di Guerra.

20/05/2024 09:11

Newsletter

Newsletter settimanale

Ricevi ogni venerdì notizie e approfondimenti sui principali argomenti di borsa e finanza della settimana, comodamente nella tua casella di posta.