Traderlink
Cerca
 

Quaderno di Ricerca 46° Osservatorio trimestrale

26/05/2022 12:01

 

É stato pubblicato da Maurizio Mazziero (MazzieroResearch.it) il 46° numero dell'Osservatorio trimestrale sui dati economici italiani
Il documento è pubblico, di grande interesse, ed è scaricabile direttamente cliccando a questo link.

Tanti gli argomenti trattati: ecco qui a seguire una breve anteprima.













STIME PIL 2022 E DEBITO PUBBLICO SINO A DICEMBRE 2022
(COSTANTEMENTE AGGIORNATE)

Gli ultimi aggiornamenti del 26 maggio riguardano:

  • Pubblicato il 46° Osservatorio sui conti italiani


Gli ultimi aggiornamenti del 16 maggio riguardano:

  • Dato ufficiale debito pubblico a marzo 2022: 2.755 miliardi (forte aumento – nuovo record)

Gli ultimi aggiornamenti del 5 maggio riguardano:

  • Stima debito pubblico a marzo 2022: 2.748 miliardi (aumento – nuovo record)
  • Stime debito pubblico a giugno 2022: tra 2.741 e 2.762 miliardi
  • Stima spesa per interessi lorda a fine 2022: 62,2 miliardi
  • Stima spesa per interessi netta a fine 2022: 57,0 miliardi

Gli ultimi aggiornamenti del 30 aprile riguardano:

  • DBRS ha confermato il rating BBB high con outlook stabile

Gli ultimi aggiornamenti del 29 aprile riguardano:

  • Stima Preliminare Istat PIL 1° trimestre 2022: -0,2% (Uguale alla stima da noi formulata)
  • Stima PIL 2022: +2,1% (dal +1,9% precedente)

Gli ultimi aggiornamenti del 23 aprile riguardano:

  • S&P conferma rating BBB con outlook positivo

si vedano commenti e tabelle sotto.

Per scaricare immediatamente il 46° Osservatorio sui dati economici italiani CLICCARE QUI

L’Osservatorio è stato pubblicato il 26 maggio.
 

DEBITO PUBBLICO


 

IL COMMENTO DELLA MAZZIERO RESEARCH

Nuovo record del debito nel mese di marzo a 2.755 miliardi, potrebbe poi scendere leggermente per portarsi comunque su livelli ancora più elevati a giugno tra 2.747 e 2.771 miliardi, per poi scendere a fine anno nella forbice tra 2.707 e 2.761 miliardi.

Il grafico presenta con una linea rossa i dati ufficiali pubblicati da Banca d’Italia, e prosegue in grigio con i valori stimati dalla Mazziero Research.

La tabella di affidabilità indica le differenze tra i valori ufficiali e le stime precedentemente fatte dalla Mazziero Research.


 

La linea rossa verticale nella tabella di affidabilità indica il momento di revisione delle modalità del calcolo del debito da parte di Eurostat e l’innalzamento di circa 58 miliardi. Per uniformità abbiamo mantenuto inalterati i valori precedenti di stime e debito.

 

I DATI UFFICIALI

Debito pubblico: 2.755 miliardi
Relativo a: marzo 2022
Pubblicato il: 16 maggio 2022

STIME Mazziero Research

La stima a giugno 2022
Compreso tra 2.747 e 2.771 miliardi
Intervallo confidenza al 95%
Dato ufficiale verrà pubblicato
a metà agosto 2022

La stima a dicembre 2022
Compreso tra 2.707 e 2.761 miliardi
Intervallo confidenza al 95%
Dato ufficiale verrà pubblicato
a metà febbraio 2023

Analisi, stime e un’ampia rassegna dei dati economici italiani sono pubblicati nel 46° Osservatorio trimestrale dei dati economici italiani, pubblicato il 26 maggio.
 

STIMA PIL 2022


 

Stima PIL 2022 rivista al rialzo: +2,2% dal precedente 2,1%

La stima preliminare del PIL del 1° trimestre da parte dell’Istat ha confermato le nostre previsioni per una crescita negativa; ha trovato così conferma la nostra previsione per un -0,2% nel 1° trimestre, migliorando la previsione del Governo per un -0,5%.

La nostra precedente stima per il 2° trimestre vedeva un ulteriore acuirsi del rallentamento con un -0,4%, seguito poi da un +0,3% e, infine, 0,0% nell’ultimo quarto. Il tutto si traduceva in una crescita su base annua del 2,1%, positiva quindi, ma inferiore al 2,3% di crescita acquisita come trascinamento dalla forte crescita del 6,6% dall’anno precedente.

Tuttavia, vi sono due fattori che rendono meno pessimistica la nostra previsione e quindi ci portano a una revisione al rialzo da -0,4% a -0,2% la variazione nel 2° trimestre:

  1. L’evoluzione dei prezzi del gas europeo sembra essere entrato in una fase di stabilità mantenendosi al di sotto dei 100 €/Mwh.
  2. Le misure di contrasto agli aumenti energetici da parte del Governo (defiscalizzazione delle accise sino all’8 luglio) hanno portato un reale beneficio, limitando in qualche misura i danni subiti da imprese e famiglie.

A questo punto con un 2° trimestre a -0,2% e senza ulteriori variazioni sui trimestri successivi si avrebbe una crescita annua del 2,2%, inferiore soltanto di un decimo sulla crescita acquisita.

Resta il fatto che, qualora la variazione del PIL fosse negativa come stimiamo, per due trimestri successivi, l’Italia entrerebbe in recessione tecnica all’inizio della seconda metà dell’anno con possibile peggioramento della dinamica degli interessi sui titoli di Stato, innalzando ancora di più i costi di cui abbiamo discusso nella sezione dedicata.

BILANCIA COMMERCIALE ITALIANA



 

Il grafico sopra mostra con istogrammi i valori mensili della bilancia commerciale, quasi sempre in surplus (in coincidenza con gli istogrammi positivi).

Tuttavia, è possibile notare che la bilancia si è progressivamente deteriorata dal secondo semestre del 2021, scendendo a partire da agosto al di sotto della media di 3,9 miliardi (linea orizzontale blu puntinata) e seguendo una parabola discendente (linea curva blu) sino a diventare negativa.

Il grafico sotto ci permette di comprendere che ciò si è verificato non tanto per un calo delle esportazioni (istogrammi e linea di tendenza blu), ma per un forte aumento delle importazioni (istogrammi e linea di tendenza rossa) e questo è l’effetto deleterio dell’aumento dei prezzi dei beni energetici.

Poiché nella misura del PIL viene calcolata anche la differenza tra esportazioni e importazioni, una bilancia commerciale negativa penalizza la crescita del PIL.



Le scadenze dei Titoli di Stato fino a Dicembre 2022



Il grafico sopra presenta l’importo mensile delle scadenze 2022 dei titoli di Stato in circolazione.

Balza subito in evidenza che il mese di settembre risulterà impegnativo in termini di rinnovi a meno che, come già fatto in passato, il Tesoro non anticipi delle emissioni nei mesi precedenti o non proceda a dei concambi con titoli a scadenza più lunga.

SPESA PER INTERESSI

Spesa lorda a marzo 2022: 19,5 miliardi.
Stima Mazziero Research spesa lorda a fine 2022: 62,2 miliardi.

Stima spesa netta al 1° trimestre 2022: 13,4 miliardi.
Stima Mazziero Research spesa netta a fine 2022: 57,0 miliardi.

Nota esplicativa: Per spesa per interessi lorda si intende l’esborso per interessi come risultante dal conto di cassa della Ragioneria Generale; per spesa per interessi netta si intende il conguaglio tra interessi attivi e passivi e riportato nelle statistiche ufficiali dell’Istat.



IL GRAFICO DEI RATING E IL CALENDARIO DELLE VALUTAZIONI NEL 2022


DBRS ha confermato il rating BBB high con outlook stabile

Di seguito il calendario degli appuntamenti aggiornato.

 

A cura di Maurizio Mazziero
www.mazzieroresearch.com

 

 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata


Condividilo!  

TAG:

Debt Economy Grafici Rating

AUTORI:

Maurizio mazziero

GRAFICI:

-media- Etfb

TRADERPEDIA:

Interesse Maurizio mazziero Rating Titoli di stato


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


App Traderlink Cloud
Apple Store

Copyright © 1996-2022 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK