Del come i trader dovrebbero affrontare questi momenti di mercati.

Giovanni Lapidari Giovanni Lapidari - 25/01/2023 09:43

Se infrangi le regole perché non le conosci sei un improvvisato. Se esci volutamente dagli schemi che conosci a menadito, conservando la tua coerenza, sei un artista.(Riccardo Scandellari).

 

 

Buongiorno a tutti.🥰

Torno da voi, dopo una pausa di alcuni giorni, dove non mi sono potuto dedicare al lavoro come mio solito.

Ovviamente ho continuato a seguire i mercati, che sinceramente non mi piacciono granché.

Non fraintendetemi: nella nostra posizione, è bene ACCETTARE SEMPRE che i prezzi facciano il loro corso.

Che a volte, come in queste ultime sedute, sa di poco e non esprime tendenza chiara.

Tecnicamente si chiama consolidamento, termine che vuol dire tutto e niente, ed è una fase che quasi sempre si accompagna a un calo della volatilità, come potete vedere questa foto, che ho pubblicato poco fa su Telegram

Sui principali futures le oscillazioni di prezzo stanno scendendo a livelli quasi da minimi assoluti.

La mia sensazione è che si stia preparando (riunioni banche centrali in arrivo, fra l'altro) un incremento di escursioni che potrebbe essere "fastidioso", soprattutto su listini che comunque non sono saliti poco.

Starei accorto, non si sa mai; anche perché indici europei in crescita con una guerra quasi mondiale alle porte... mi sembra una roba da pazzi.

Su uno scenario più globale (Europa, America, Asia) permane molta incertezza, e questo favorisce le ricoperture da parte di molti gestori, che erano (e in parte ancora sono) scarichi di azioni e che si sono dovuti rimettere a benchmark.

Questa azione di riposizionamento potrebbe ancora continuare, anche se io penso che sia nella sua parte finale, che è quella più vulnerabile per le finanze di chi salta sul carro dopo che è già quasi del tutto pieno.

Ergo: arrivare alle riunioni delle Banche Centrali così long, scommettendo su una Fed che smetterà di aumentare i tassi, e con una Bce che invece ringhia inferocita, mi fa scegliere di mettersi un pò flat - almeno in borsa - e/o alzare le protezioni sui portafogli.

Quello che sto pensando adesso è che ci sono dei momenti, per un trader che voglia davvero essere efficace, in cui è fondamentale saper riconoscere la necessità di rimanere in silenzio davanti al mercato.  In silenzio davanti al saldo del nostro conto, in silenzio davanti al tasto buy/sell e al nostro mouse. 

Essere in grado di far tacere quelle voci interiori che, nei momenti in cui i prezzi non hanno una direzione, chiedono alla passione di intervenire operando a volte in modo sempre più frenetico, è un modo molto maturo di diventare consapevoli di come davvero funziona il trading e cosa esso può dare, o a volte non è in grado di dare. 

In questo senso si tratta di stabilire un rapporto con le attività di investimento analogo a quello che noi desidereremmo fare, in modo adulto, con le persone che ci piacciono. 

A volte bisogna parlare, e in altri momenti è meglio ascoltare.

Buona giornata a tutti.

Giovanni
www.lapidari.it

>> I NOSTRI PROSSIMI WEBINAR
>> IL NUOVO PROGRAMMA FORMATIVO TRADER SI DIVENTA 2.0 (anche per chi non é smanettone intraday)

 

 

 

 

 

Condividi

Questi ti potrebbero interessare

Dello stesso argomento:

RAME

Newsletter

Newsletter settimanale

Ricevi ogni venerdì notizie e approfondimenti sui principali argomenti di borsa e finanza della settimana, comodamente nella tua casella di posta.